Yacht Niniette 66 by Bugatti e Palmer Johnson

Quando due marchi prestigiosi si incontrano, il risultato non può che lasciare a bocca aperta. Ecco il progetto Bugatti Niniette 66.

Lo yacht Bugatti Niniette 66 nasce da un progetto senza paragoni, essendo il frutto di una sensazionale alchimia, che miscela i valori e le competenze di due marchi di fascia alta: Bugatti e Palmer Johnson.

Il modello, lungo 20 metri, apre una strada, ponendosi come primo esemplare di una nuova serie di gioielli nautici, di varia lunghezza, che combineranno le peculiarità delle due aziende in termini di progettazione, tecnologia e prestazioni, unite in una visione del futuro di grande impatto.

Ispirato alla Bugatti Chiron, lo yacht di cui ci stiamo occupando fa tesoro dell'esperienza del marchio alsaziano nella costruzione di imbarcazioni. Ettore Bugatti, fondatore della celebre casa automobilistica, chiamò il motoscafo commissionato nel 1930 dal Principe Carlo Maurizio Ruspoldi, Niniette, il nomignolo della figlia più giovane Lidia.

È stata una visione comune del futuro a rendere possibile la realizzazione del nuovo 66. L'esperienza di Palmer Johnson nella realizzazione degli yacht più innovativi si è unita ai tratti ingegneristici d'avanguardia di Bugatti, come l'asse marcato, la perfetta simmetria e le ampie curve. Le caratteristiche peculiari di PJ, quali l'uso di carbonio e di uno scafo assolutamente rivoluzionario, sono state integrate con naturalezza nel design di questo yacht semplicemente unico nel suo genere.

L'obiettivo dei due partner era quello di creare un modello sportivo di alti contenuti innovativi: mi pare che il risultato sia stato raggiunto. Bugatti Niniette 66, con il suo design audace, rappresenta la diretta evoluzione della Chiron. L'uso estensivo delle fibre di carbonio conferisce alla struttura dello yacht una maggiore solidità, riducendone il peso e aumentandone l'efficienza.

Questo gioiello nautico è dotato di un ponte scoperto estremamente spazioso che rispecchia l'attenzione di Bugatti alla straordinaria artigianalità e alla qualità dei materiali, con fibra di carbonio, pelli lavorate e legno di quercia blu come elementi dominanti. La parte inferiore del ponte ospita, al centro, un'area Jacuzzi, prendisole e champagne bar, affiancata da due zone lounge ai lati. Gli amanti del mare potranno anche apprezzare quella che, senza ombra di dubbio, rappresenterà l'attrazione principale per qualsiasi visitatore: uno splendido focolare collocato tra la Jacuzzi e le due postazioni anteriori. Il 66 è un rifugio prezioso, con design esterno unico e spettacolare, completato da interni altrettanto eleganti e raffinati. Questa eccezionale creazione, in grado di raggiungere velocità fino a 44 nodi, con un pescaggio di 1.3 metri, è l'ideale per una breve crociera alle Bahamas.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO