Villa di lusso con zona relax sul lago di Como

Una dimora da sogno, per sognare nel lusso in un quadro ambientale spettacolare come quello del Lario.

Un giardino di 15.000 metri quadrati e una villa che ne misura quasi 2.000. È un vero e proprio sogno la dimora che l’architetto Jean Claude Lesuisse ha progettato, qualche anno fa, per un prestigioso cliente che desiderava qualcosa di speciale. Sorge in riva allo splendido lago di Como e rispecchia in tutto e per tutto la filosofia del professionista che l’ha disegnata: tutto ruota rigorosamente intorno alla natura, protagonista indiscussa del progetto. L’unità abitativa principale si sviluppa su tre livelli, ma la tenuta si compone anche di una guest house indipendente che offre altri 200 metri quadrati di spazio. La casa vera e propria si compone di un soggiorno doppio piuttosto ampio, sala da pranzo, cucina, sei camere da letto, otto bagni e vari terrazzi e ripostigli. Il prezzo viene rivelato solo su richiesta perché la trattativa è riservata.

Completa il tutto quello che è il fiore all’occhiello della proprietà: una sala relax al coperto provvista d’idromassaggio e piscina. Il richiamo alla natura domina in ogni singolo ambiente e lo si intuisce dall’utilizzo dei materiali: sono tutti, appunto, naturali e moderni, e contribuiscono a dare vita a stanze esclusive e molto raffinate. L’ingresso dà su una zona giorno che definirla enorme sarebbe un eufemismo. La sua pianta aperta è irregolare e piuttosto movimentata, grazie ad un gioco di controsoffittature e di colonne che danno all’ambiente l’aspetto di una grande grotta paleolitica. I vari spazi che compongono il living, ovvero soggiorno, sala da pranzo e cucina sono dunque collegati ma al tempo stesso idealmente separati da questi elementi strutturali. Lo stile d’arredo fa da fil rouge tra le varie zone dell’open space, tutte arredate con splendidi mobili di design in tonalità neutro o pastello.

Merita d’essere apprezzata, in particolar modo, la sala da pranzo, che con le sue porte scorrevoli guadagna l’accesso diretto al piccolo eden che circonda la villa. La vista sullo specchio d’acqua tanto caro al Manzoni, invece, è visibile da tutte le stanze fronte lago. Un panorama che non ha prezzo e che l’architetto Lesuisse ha saputo sfruttare al meglio, progettando una dimora in cui interno e outdoor sono costantemente in contatto. Al piano superiore, dove si sviluppa la zona notte, si accede salendo una rampa di design che è perfettamente integrata nell’ambiente in stile grotta. Le camere, sei in totale, sono una più bella dell’altra: sono arredate con gusto e tutte indistintamente dotate di un bagno privato che garantirà agli ospiti la massima intimità.

Via | LuxuryEstate.com
Credit Images by LuxuryEstate

  • shares
  • +1
  • Mail