Il nuovo yacht di lusso Dreamline 35 al Cannes Yachting Festival 2018

Debutto in Francia, al salone nautico i Cannes, per il nuovo Dreamline 35 che offre contenuti degni di yacht di lusso più grandi.

Lo yacht di lusso Dreamline 35 fa il suo debutto al Cannes Yachting Festival 2018. Questo modello vuole offrire il meglio del Made in Italy più esclusivo, anche in termini di materiali e qualità costruttiva.

Il progetto nasce dalla collaborazione fra il Team for Design di Enrico Gobbi e il Tecnical Department Dreamline. Eccezionali le performance garantite dalla carena sviluppata da Arrabito Naval Architects, nella persona di Giuseppe Rabbito.

Gli uomini del gruppo di lavoro hanno puntato molto sui temi dell'innovazione tecnologica e della precisione costruttiva, che si riscontrano nitidamente in questo gioiello nautico di 35 metri, il cui stile esteriore è caratterizzato da linee nette e filanti.

Gli ambienti interni (spaziosi ed altamente personalizzabili) guadagnano l'ammirazione per la loro gradevole eleganza, con raffinati giochi di specchi che regalano la sensazione di vivere in spazi ancora più ampi.

Di particolare pregio la suite armatoriale con vista panoramica di 270 gradi, che si distingue per tanti dettagli progettuali innovativi, pensati per garantire livelli di comfort al top. La miscela fra know-how e tecnologia d'avanguardia ha consentito di ridurre al minimo rumori e vibrazioni a qualsiasi andatura e in ogni ambiente.

Gli esterni dello yacht di lusso Dreamline 35 prevedono ampi spazi prendisole e relax, zona pranzo e una piscina, per non far mancare nulla all'armatore e ai fortunati ospiti. Notevole la qualità dei materiali scelti per la composizione. Ogni dettaglio dell'imbarcazione è pensato per garantire elevati standard sia dal punto di vista estetico che funzionale, con risultati di pregio.

La motorizzazione standard prevede una coppia di Mtu 12V2000 da 1.920 bhp o in opzione due motori dello stesso marchio di potenza superiore (2.600 bhp ciascuno). A una velocità di 10 nodi questo 35 metri garantisce un’autonomia di ben 1.800 miglia nautiche.

Via | Sculati & Partners

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail