Bang & Olufsen verso la chiusura di 125 negozi

L’ottimizzazione d’impresa è una necessità anche per i marchi blasonati. In quest’ottica va letta la decisione di Bang & Olufsen di chiudere 125 negozi. L'azienda danese specializzata nella produzione di apparecchi audio hi-fi e televisori di alta tecnologia e lusso, vuole così razionalizzare la rete di vendita, comprimendo i costi.

La decisione giunge dopo il calo del 47% registrato sull’utile netto del periodo da settembre a novembre 2012 rispetto allo stesso lasso temporale dell’anno precedente. Il concetto, tradotto in cifre, equivale a un passaggio da 28.8 a 15.4 milioni di corone (pari a circa 2.06 milioni di euro).

Parte significativa di questa performance poco brillante si lega al peso di una catena commerciale fatta di 637 negozi, che richiedono una significativa sforbiciata, della misura già detta, nei prossimi 18 mesi. I tagli avverranno soprattutto in Europa, dove i risultati sono stati meno buoni che altrove.

I vertici aziendali fanno sapere che la decisione rientra in una strategia volta a migliorare la qualità e la sostenibilità della rete di vendita al dettaglio e l'esperienza complessiva del cliente. Per fortuna le notizie sono buone sul fronte dei volumi produttivi, che registrano un segno positivo, con un incremento del 5% nel trimestre di riferimento. Evidentemente questo non è bastato a coprire le inefficienze economiche degli shops.

Via | Luxuo.com

  • shares
  • +1
  • Mail