Borsalino, cappelli tra lusso e follia

borsalino

Borsalino presenta una linea di cappelli di lusso per l'Autunno Inverno 2010/11, frutto di un affascinante viaggio sulla Transiberiana, con particolare attenzione alla tradizione decorativa russa e mongola. Diventano protagonisti broccati di velluto miscelati a micro e macro fantasie in toni ricchi e profondi.

I feltri e i tessuti vengono lavorati insieme in un gioco di incrostazioni ed intarsi rubati agli abiti degli Zar, ai décor dei tappeti delle "Yurte", agli affreschi delle pareti di San Basilio. Ecco che il classico Borsalino compare in un folle patchwork con la tesa piccola in feltro color rubino, mentre la testa gioca con un mix di sfarzosi broccati ed eleganti scozzesi. Stessa follia anche per una linea di raffinate coppole che combinano queste preziose textures.

Grigio, Rubino, Melanzana, Cacao, Tortora, Verde oliva, Indigo, vestono tutti i cappelli della collezione. I colori naturali della terra giocano con sovrapposizioni grafiche creando un "Camouflage" personalizzato ispirato ai colori della Steppa siberiana. Diverse fogge e materiali interpretano il mood Camouflage, andando dal classico Borsalino a tesa piccola nella doppia versione pregiata in velluto o ironica in pvc, senza dimenticare il ribelle Legionario in morbido fustagno.

borsalino
borsalino
borsalino
borsalino

Accessori e particolari "Rock" in metallo ossidato, prendono spunto dalle guarnizioni degli abiti dei popoli della steppa sottolineando il lato più giovane della collezione. Particolarmente attuali e trendy le borchie che ornano la cinta del cappello in pelle nera, mentre il risultato di una lunga e artigianale lavorazione rende speciale la cinta in argento che avvolge il Borsalino in feltro a tesa larga.

E dopo l'elegante Bombetta con bordatura e fascia in raffinato velluto, l'atelier presenta un nuovo ed eccentrico modello dalla testa abbassata e dall’ala sollevata, rendendo così il tradizionale copricapo britannico contemporaneo e stravagante, un oggetto con cui giocare! Il marchio, sempre al passo coi tempi, cerca di leggere in anticipo le tendenze future attraverso un lavoro che vuole cogliere anche le esigenze sociali più profonde. Le tinture vegetali danno una particolare dolcezza cromatica, che esalta il loro fascino.

Via | Borsalino.com

  • shares
  • Mail