Il miliardario Carlos Slim procede con il museo d'arte

slim

Il miliardario Carlos Slim consegnerà entro l'anno un museo di lusso alla sua gente. Lui, che è fra gli uomini più ricchi del mondo, ha lavorato per anni in una capsula di minimalismo, fatta di uffici scialbi, simili a bunker. Un solo sfizio: i preziosi sigari.

Con la crescita del suo impero, il magnate messicano delle telecomunicazioni ha rivisto il quadro, accumulando una collezione d'arte che conta 66 mila pezzi. Ora Slim, il cui patrimonio personale vale per Forbes 35 miliardi di dollari, sta realizzando un omaggio artistico ai connazionali, nel cuore di Città del Messico.

La pinacoteca, che costerà diversi milioni, sembra una scultura d'alluminio, una sorta di cubo lucido, allungato e contorto, alto 46 metri, per volare verso il cielo. Il design audace reca la firma del genero Fernando Romero, vincitore di diversi concorsi internazionali di architettura.

L'area espositiva, che occupa 5 piani, è parte di un blocco che comprende la sede aziendale del conglomerato di Slim. Ci saranno anche un centro commerciale, due torri di appartamenti di lusso e un teatro sotterraneo.

Il museo sarà coperto da più di 16 mila lastre di alluminio esagonale, disposte a nido d'ape. L'apertura al pubblico è prevista entro l'anno, ad appena 12 mesi dall'avvio dei lavori. Fra le sue mura troveranno spazio quadri e sculture di pregio, ospitate in una cornice altamente tecnologica. L'idea è nobile, perché l'arte è un fatto culturale da condividere con gli altri. Almeno quando si può, come nel caso di Slim.

Via | Bloomberg.com

  • shares
  • Mail