Ferrari Tribute to Mille Miglia, foto e video

ferrari tribute to mille miglia

Leonardo Giardina ha vinto il Ferrari Tribute to Mille Miglia, la rievocazione della Freccia Rossa che le auto sportive di Maranello hanno fatto prima del passaggio dei concorrenti iscritti alla manifestazione classica. L'ingegnere cefaludese, residente a Roma, si è imposto nella classifica dei "cavallini rampanti", interpretando il cronometro meglio dei rivali.

Una prova da incorniciare per lui, con una 360 Modena F1 capace di effondere le note di una melodia celestiale, grazie agli scarichi perfettamente accordati. La sfida bresciana, valida per il Campionato del Mondo fino al 1957, si è fissata in modo indelebile nel cuore di chi ama l'automobilismo.

Benché non si disputi più come gara di velocità, resta l'icona di un'intera epoca. Per tale ragione, quando ogni anno viene organizzata la kermesse celebrativa, il numero di richieste supera ampiamente l'offerta. Le vetture scelte sono tutte rigorosamente d'epoca e devono aver partecipato alla corsa originale.


Fino allo scorso anno i proprietari di gioielli motoristici costruiti dopo il 1957 erano costretti a rinunciare al sogno di prendervi parte. Nel 2010, però, la Ferrari ha offerto una straordinaria opportunità ai suoi clienti che, pur non disponendo di un modello storico, hanno potuto aderire alla manifestazione.

Grazie al Tribute to Mille Miglia, l'emozione della lunga galoppata in alcune delle strade più belle della penisola si è aperta ai possessori di 458 Italia, California, 599 Gtb Fiorano, Enzo, F50, F40 e Gto, giusto per citarne alcune. I 130 ammessi sono stati suddivisi in categorie e hanno preso le mosse immediatamente prima della rievocazione, seguendo lo stesso itinerario.

Le prime a partire sono state le vetture classiche, come le 250 Tour de France, SWB e Le Mans, le 250 California (compresa quella di Chris Evans, battuta all'asta per oltre 7 milioni di euro), le numerose Daytona, Dino, BB ed altri esemplari straordinari.

I partecipanti sono giunti da Usa, Argentina, Sud Africa e Hong Kong, oltre che dall'Europa, con un'accentuata presenza di inglesi e tedeschi. Uno spettacolo imperdibile, con 43 diversi modelli al via. Particolarmente significativa la giornata di sabato 8 maggio con il passaggio dallo stabilimento di Maranello e la prova speciale sulla pista di Fiorano. Inutile dire che anche in questo raggruppamento il numero di candidati è stato molto più alto dei posti disponibili.

Via | Ferrari.com
Foto | Motorsportblog.it

  • shares
  • Mail