Mercedes alla rievocazione della Mille Miglia del 2010

mercedes mille miglia

I cugini di Autoblog ci propongono una ricca carrellata di foto delle Mercedes impegnate alla Mille Miglia 2010. Ne abbiamo selezionate alcune, mentre per le altre vi rimandiamo al loro sito. Le vetture della stella a tre punte hanno offerto, come sempre, uno spettacolo affascinante, arricchito quest'anno dalla suggestiva presenza della SLS AMG.

La storia della casa di Stoccarda e della Freccia Rossa sono legate da leggendarie vittorie, oltre che da vari secondi posti e successi di categoria. Impossibile dimenticare il trionfo della 300 SLR di Stirling Moss nell'edizione del 1955, con record sul tempo di percorrenza in gara. L'auto del pilota inglese si fregiava del numero '722', che indicava l'ora esatta della sua partenza da Brescia. Quella cifra è poi ricomparsa su una serie speciale dei tempi recenti.

Tornando all'evento celebrativo, uno dei modelli più ammirati è stata la 300 SL, presente in diversi esemplari. Questa vettura, svelata nel febbraio del 1954 all'International Motor Sports Show di New York, sfoggia una linea e delle credenziali costruttive che ne hanno fatto un'icona del settore. Nel 1999 è stata eletta "Auto Sportiva del secolo". Il suo appeal deriva soprattutto dalla fluidità delle forme, piene di eleganza e forza dinamica, in un insieme proporzionato e seducente.

mercedes mille miglia
mercedes mille miglia
mercedes mille miglia
mercedes mille miglia

Fra gli elementi più fascinosi spiccano le porte ad ali di gabbiano, la cui originalità ha segnato il destino del modello, conosciuto nel mondo con tale nome di battesimo. La storia di questa creatura si lega a quella dell'importatore americano Maximilian E. Hoffman, che convinse la casa madre a progettare un'auto derivata dal modello da corsa W 194. Il risultato è ancora oggi sbalorditivo. La produzione venne avviata nell'agosto del 1954, al prezzo stratosferico di 29.000 marchi. Un vero tesoro, se si considerano i parametri dell'epoca.

Il telaio a traliccio tubolare, leggero e resistente, ospita una carrozzeria in lamiera di acciaio, con cofano motore, coperchio del portabagagli e rivestimenti esterni delle porte in alluminio. Il tutto per un peso in ordine di marcia di 1295 chilogrammi. Quanto basta per consentire alla vettura, spinta da un propulsore da 215 cavalli, di raggiungere i 260 km/h. La produzione cessò dopo la nascita di 1400 esemplari.

Oggi per accaparrarsi uno di questi gioielli occorre spendere cifre molto elevate. Uno sforzo che ogni buon collezionista affronta senza esitazioni, ammesso che trovi qualcuno disposto a vendere. Nella Mille Miglia del 2010 la celebre progenitrice è stata accompagnata da alcune SLS AMG, la nuova "Ali di Gabbiano" che reinterpreta le linee mozzafiato di un simbolo del design, entrato a pieno titolo nella storia dell'automobilismo.

mercedes mille miglia
mercedes mille miglia
mercedes mille miglia
mercedes mille miglia
mercedes mille miglia
mercedes mille miglia
mercedes mille miglia
mercedes mille miglia
mercedes mille miglia
mercedes mille miglia
mercedes mille miglia

Via | Autoblog.it

  • shares
  • Mail