Hotel di lusso: "La Mamounia" di Marrakech

mamounia marrakech

Winston Churchill disse, che 'La Mamounia' di Marrakech era "il luogo più amabile nel mondo" ed oggi, dopo tre anni di meticolosi rinnovamenti, sotto la guida ispirata di Jacques Garcia, la 'Grande Dame' è tornata nel suo lusso sfolgorante.

Rispettandone lo stile moresco, il famoso decoratore (che già aveva firmato la ristrutturazione dello Château du Champ De Bataille) ha trasformato l'opera in un gioiello, con il supporto di bravi artigiani locali. Amico della Mamounia da quarant'anni, Garcia la considera un'incarnazione di femminile bellezza per la quale ha riportato alla luce l'incanto marocchino.

Queste le sue parole: "In origine il progetto, della durata di un anno e mezzo, doveva consistere in una ristrutturazione interna. Poi, dopo vari studi, si è deciso di rinnovare tutto, di ripensarne gli spazi e la loro distribuzione. Se si pensa a La Mamounia come una 'Grande Dame' del mito non ci si poteva accontentare di rifarle solo il trucco; era doveroso offrirle qualcosa di più. Abbiamo impiegato tre anni, nulla rispetto al risultato".

La Mamounia sfoggia oggi una nuova colorazione che fa eco alla città in cui è immersa. Il talento di Garcia è stato guidato da associazioni cromatiche non comuni: mosaici bianchi e neri, tadelakt blu Majorelle o nero, fontane monocromatiche con mosaici e tadelakt neri o marroni. La scommessa di accostare modernità e tradizione ha avuto successo.

Giardini incantati, una Spa esclusiva, boutique da sogno e ristoranti stellati completano lo scenario. Riportata alla gloria di un tempo, la leggendaria Mamounia ha conservato la propria anima e invita a scoprirne il nuovo charme. Questo il suo biglietto da visita: Hotel of the Year (Tatler Travel Awards 2010), Best Resort (Travel and Leisure Design Awards 2010), Gold List 2010 (Condè Nast Traveller). Una delle soluzioni per il soggiorno è il pacchetto 'Sensory Experience', con 5 notti in camera doppia Deluxe, pranzi, cene, massaggi e molti altri servizi a partire da 3 mila euro a persona.

Via | Press Office

  • shares
  • Mail