All'asta 11 gioielli del patrimonio pubblico italiano tra ville di lusso, isole e fari

Le finanze italiane non sono allegre, quindi bisogna fare cassa. Il processo di recupero delle risorse passa anche dalle dismissioni del patrimonio pubblico.

Foto gioielli del demanio

Undici gioielli del patrimonio pubblico italiano andranno presto all’asta, per cercare di migliorare i conti dello Stato. Il campionario dei lotti comprende ville di lusso, isole e fari.

L’agenzia del Demanio ha appena avviato le procedure, con una tempistica abbastanza serrata in relazione ai tempi biblici che tradizionalmente appartengono alla burocrazia del Belpaese.

Fino al 6 maggio si potrà concorrere all’aggiudicazione di cinque beni, fra cui l’isola di Poveglia a Venezia e il Castello di Gradisca a Gorizia. Insieme a questi, alcuni edifici storici, che completano un pacchetto di un certo rilievo.

Per gli amanti del romanticismo, però, l’interesse maggiore è forse per la prossima sessione di vendita, che vedrà passare sotto il martello del banditore la concessione di superficie (non la proprietà) di alcuni fari, come quelli di Ustica, Augusta, Levanzo e Domus de Maria, cui se ne aggiungono due in terra campana: Punta Imperatore e Capo d’Orso, entrambi di pregio, non solo per l’invidiabile location, che ne fa delle strutture altamente appetibili per il potenziale ad esse connesso, in termini di emozioni e sentimenti. Impossibile fare una previsione dei prezzi, anche in virtù dell’offerta libera, che non prevede una stima d’asta, almeno in questi casi. Tutto dipende dall’interesse che le proposte sapranno suscitare.

Via | Ilmattino.it
Foto | Agenziademanio.it

  • shares
  • Mail