Cartier mette in mostra la collana di giada più costosa al mondo pagata 27,44 milioni di dollari

Cartier arricchisce la sua collezione, recuperando una collana iconica del brand, che verrà esposta fino al 7 maggio presso il Cartier Hong Kong Flagship in Landmark Prince's.

Collana di giada Cartier

Cartier mette in mostra a Hong Kong la collana di giada più costosa al mondo. Il prezioso accessorio, appartenuto a Barbara Hutton, è tornato fra le mura domestiche dopo che la maison francese del lusso ha speso 27.44 milioni di dollari per vincere la concorrenza degli agguerriti contendenti.

La splendida collana è composta da 27 perle giadeite di qualità estremamente rara. Il prezzo non è altro che la cartina di tornasole del suo pregio esclusivo. Si tratta del dato di riferimento su scala mondiale per un gioiello del genere. Mai si era toccate cifre simili prima di oggi.

L'interesse che circonda l'acquisto si spinge oltre il dato economico, perché testimonia il riconoscimento mondiale del valore delle creazioni Cartier, sempre contese a fior di rilanci nelle aste internazionali, come successo in occasione della sua vendita.

L'origine delle brillanti perle di giada verde usate per le decorazioni, di bellissima traslucenza, rimane un mistero. Si sa che sono state ricavate da una stessa fonte, assumendo forme straordinariamente perfette, magicamente scolpite per deliziare i sensi.

Qualcuno ipotizza che il taglio sia avvenuto nel 18° secolo, ma non è escluso che le cose siano andate in modo diverso. La collana ha fatto il suo debutto in pubblico nel 1933 al matrimonio dell’ereditiera statunitense Barbara Hutton con il principe Alexis Mdivani, come dono di nozze del padre della giovane sposa, Franklyn Laws Hutton, che si occupava di investimenti bancari, assicurazioni e molto altro.

Spicca nella chiusura un diamante taglio navette o marquise (che deve il suo nome alla Marchesa di Pompadour), realizzato da Cartier. Il risultato della composizione è sublime, su tutti i fronti. Lo splendore e la rarità sono due note del suo fascino esclusivo, che ne spiega il valore astronomico. Dall’arte della maison francese e dal gusto di Barbara Hutton, grande appassionata di gioielli, non poteva che nascere un capolavoro destinato a fissarsi nella storia. Così è stato.

La Collezione Cartier vanta circa 1.500 pezzi. E’ stata esposto fino ad oggi in 27 musei di tutto il mondo, tra cui il Metropolitan Museum of Art di New York; il British Museum di Londra; la Fondazione Calouste Gulbenkian di Lisbona; i Musei del Cremlino di Mosca; il Museo del Palazzo della Città Proibita di Pechino, il Grand Palais di Parigi. Ora si attendono altre tappe, con un nuovo prezioso da mettere in mostra.

Credits:
© Courtesy Sotheby's
© Bettmann /CORBIS

  • shares
  • Mail