Auto, Modena Motor Gallery 2014: le icone in mostra

Sabato 10 e domenica 11 maggio si svolgerà nel quartiere fieristico di Modena, la seconda edizione di Modena Motor Gallery, la sola mostra-mercato di motori “Made in Italy”.

Torna in scena Modena Motor Gallery, il più grande evento di auto d’epoca italiane. La kermesse conterà sulla presenza di oltre 300 espositori, che presenteranno le loro proposte su 41.000 mq di spazi espositivi interni ed esterni di ModenaFiere, mettendo in vetrina alcune delle più rappresentative icone italiane dal Dopoguerra agli anni ’80.

Rinomati commercianti di auto Ferrari, Maserati, Lamborghini, Bugatti, De Tomaso, Lancia, Alfa Romeo e alcuni pezzi dalle collezioni private di Mario Righini, Umberto Panini e Francesco Stanguellini daranno sfoggio della storia e della bellezza dell’automobilismo italiano.

Animerà il padiglione A anche “La Strada degli artigiani”, un percorso interamente dedicato a carrozzai, tappezzieri, meccanici, officine storiche e restauratori. Presenti due gioielli automobilistici di collezionisti privati: una F1 Michele Alboreto 83 6V del 1985 e un veicolo, nato nel 1953 come Formula 2 trasformato l’anno successivo in F1 con motore 2500, che ha viaggiato fino in Sudamerica, dove è stato recuperato in un campo in Uruguay.

678_0_3779518_506109

Dedicato ai club privati, ai registri d’auto e ai musei, il padiglione C accoglie anche le grandi mostre collaterali: “La spider, un sogno a cielo aperto” - un’esposizione dedicata a 40 anni di storia della decappottabile sportiva che ha ammaliato i più prestigiosi carrozzieri – e “100 anni di meccanica Maserati”, omaggio al centenario della società Maserati che dal 1914 ad oggi ha sempre rappresentato una parte importante della storia e della cultura dell’automobile sportiva.

In mostra oltre 15 pezzi unici della collezione privata di Matteo Panini: da prototipi mai entrati in produzione a telai e componenti meccanici particolari. “Le Gran Turismo diventano mito”, è l’esposizione dedicata a cinque produzioni della Motor Valley entrate nell’immaginario collettivo: una Lamborghini Miura, una Maserati Ghibli, una De Tomaso Pantera, una Ferrari Daytona e una Bizzarrini.

Il padiglione D, collegamento tra i padiglioni A e C, è riservato al Museo Enzo Ferrari di Modena e al Museo Ferrari di Maranello, vero ambasciatore della qualità del territorio modenese e fonte di ispirazione per i giovani allievi dell’Ipsia Ferrari di Maranello che espongono nel medesimo spazio i loro prototipi.

Modena Motor Gallery - Orari per il pubblico:

sabato 10 maggio dalle 9.00 alle 19.00
domenica 11 maggio dalle 9.00 alle 18.00

  • shares
  • Mail