Gioielli a noleggio: dove, come e perché scegliere questa formula

Ci si interroga sul perché prendere in affitto un oggetto prezioso, ma la stessa domanda potrebbe avere lo stesso significato se posta in ordine all’acquisto. Dipende dalle motivazioni.

jewmia_img_0120

Il noleggio dei gioielli online punta a diventare la formula di fruizione dei preziosi del futuro. Jewmia è stata la prima azienda a crederci in Europa, con risultati sempre più interessanti nel tempo. Non sappiamo se questo basterà a mandare in archivio il modello dell’acquisto, magari consegnandolo alla memoria del passato, ma il potenziale della nuova impostazione c’è. Io credo che nei prossimi anni le due cose conviveranno, in una miscela dove l’affitto avrà un peso specifico sempre più importante.

Dove non entrano in gioco fattori sentimentali, infatti, la prospettiva di non immobilizzare il capitale e di variare il campionario con una certa frequenza, giovandosi di proposte sempre nuove e appetibili, può rappresentare una forte tentazione per gli utenti finali dei gioielli. I fattori prima enunciati sono le principali ragioni di scelta della formula del possesso, in alternativa a quella dell’acquisto. Anche in altri comparti merceologici sarà così, ma nell’ambito degli accessori la cosa sembra destinata a prendere piede più che altrove.

Come dicevamo, il primo ed unico operatore in Europa che offre al momento questo servizio sul web porta una firma italiana: quella di Jewmia. L'idea imprenditoriale è il frutto del fiuto dell’eclettico Marco Matranga. Nasce dalla constatazione dell'esistenza di un diffuso desiderio di utilizzare gioielli di qualità, senza farsi carico dell'onere dell'acquisto, e punta a colonizzare l'intero mercato continentale.

In un periodo come quello attuale, caratterizzato da un ciclo economico difficile, che solitamente conduce ad una naturale contrazione del consumo di prodotti considerati non essenziali come i gioielli, il noleggio sembra più che una via di fuga. Matranga, amministratore unico di Jewmia, vuole portare in Europa quello che in USA è una felice realtà.

Nessun competitor è in grado di fronteggiare l'azienda italiana nel Vecchio Continente, solo in UK qualcuno inizia a sbilanciarsi verso questa nuova forma di consumo del gioiello. Ancora una volta il nostro paese diventa leader, ancora una volta i nostri imprenditori diventano pionieri.

Oltre all'oggettiva novità del modo di proporre la fruizione del gioiello, Jewmia, spostando il focus dal bene materiale (il gioiello) al bisogno da soddisfare (desiderio di personalizzare il proprio look con accessori alla moda), conduce ad un processo in grado di rendere il settore di riferimento meno sensibile al ciclo economico.

  • shares
  • Mail