Vaso cinese in porcellana venduto a 53 milioni di sterline

vaso cinese

Un vaso cinese del 18° secolo, legato all'imperatore Qianlong, della dinastia Qing, è stato venduto per 53 milioni di sterline. Il prezioso lotto apparteneva a una fratello e una sorella che l'avevano trovato nella vecchia dimora dei genitori a nord-ovest di Londra.

Il pezzo ha fatto la fortuna dei due, cambiando la loro vita e quella della piccola casa d'aste che lo ha piazzato. Helen Porter, banditore di Bainbridges, ha detto: "Non si rendevano conto del tesoro nelle loro mani. Erano fiduciosi sulla possibilità di spuntare una buona cifra, ma non credevano alle cifre previste, fino al momento dell'aggiudicazione. Quando è avvenuta, la donna è dovuta uscire dalla stanza per una boccata di aria fresca".

Qualcuno ipotizza che il prezzo sia il più alto mai pagato per un'opera d'arte cinese battuta all'incanto. Non è noto come il vaso, risalente al 1740 circa, sia giunto in Gran Bretagna, ma questo passa ora in secondo piano. Il corpo della scultura è decorato con un motivo "humorous fish" e dispone di un'elaborata costruzione che permette di guardare attraverso le perforazioni per vedere il vaso più piccolo custodito all'interno.

Gli esperti pensavano che non avrebbe superato il milione, ma le stime della viglia sono state ampiamente superate. Il merito è dell'interesse di alcuni paperoni cinesi per i manufatti legati al passato imperiale del loro Paese.

Alta la soddisfazione degli uomini di Bainbridges, che hanno sfruttato la vetrina di internet per competere con le case d'asta più rinomate.

Via | Luxuo.com

  • shares
  • Mail