Auto, Paris Hilton sceglie la McLaren 650S Spider

Paris Hilton acquista una McLaren 650S Spider ed impreziosisce il suo garage con un’altra sportiva ad alte prestazioni.

Una nuova auto si aggiunge alle altre presenti nel garage di Paris Hilton. Si tratta di una McLaren 650S Spider, di colore nero, a bordo della quale è stata filmata durante un’uscita sulle strade di Beverly Hills.

Per la diva statunitense è il primo acquisto del marchio britannico, tornato in tempi recenti nell’universo delle granturismo. Come abbiamo riferito in altre occasioni, Paris vive una certa passione per le auto sportive e di lusso. Nel suo garage sono passate Ferrari, Bentley e Porsche, giusto per citarne alcune.

Paris Hilton e alcune sue fuoriserie

La ricca ereditiera riesce sempre a guadagnare le luci dei riflettori. Il suo carattere esuberante la porta al centro della scena in qualsiasi circostanza. Anche nel normale svolgimento della vita quotidiana la bionda statunitense trova il modo per distinguersi.

Diverse volte è stata immortalata in occasione di sedute di shopping al posto guida della sua Bentley Continental rosa, oppure della Lexus LFA. In tempi recenti è uscita quasi sempre con la Ferrari California. Ora è il turno della McLaren.

La 650S Spider è solo 40 kg più pesante della versione coupé, rispetto alla quale non paga particolare dazio in termini di handling e robustezza strutturale. Come nella variante coperta la spinta è assicurata da un V8 biturbo da 3.8 litri, con 650 cavalli all’attivo, che permettono alla Spider di confermare il tempo della coupé nel passaggio da 0 a 100 km/h, coperto in soli 3”, perdendo rispetto ad essa appena due decimi per raggiungere i 200 km/h con partenza da fermo, con 8”6 di tempo complessivo. La punta velocistica sfiora i 330 all’ora.

Questa vettura, nelle versioni coupé e spider, va ad inserirsi fra la MP4-12C e la P1, ma è più vicina alla vettura di accesso alla gamma, rispetto alla quale rappresenta un’evoluzione in termini di contenuti e prestazioni. Anche le forme sono quasi identiche alla entry level, ma il frontale è ora simile a quello della hypercar di Woking, cui si avvicina maggiormente sul piano prestazionale.

  • shares
  • Mail