Mondiali Brasile 2014: Natal la città che ospita l'Italia

Oggi la nazionale azzurra sosterrà a Natal un impegno sportivo di particolare importanza per il cammino mondiale della nostra squadra del cuore.

Mondiali Brasile 2014 Natal

I Mondiali Brasile 2014 proseguono con la partita dell’Italia contro l’Uruguay, a Natal. Si tratta di un vero e proprio spareggio per accedere agli ottavi di finale della Coppa del Mondo FIFA, in cui gli azzurri dovranno giocare al meglio le loro carte per evitare brutte sorprese.

Per l’occasione ci concediamo una guida riservata ai nostri connazionali che hanno raggiunto la città brasiliana per vivere l’importante evento sportivo. Natal è la capitale del Rio Grande do Norte, uno degli Stati della regione del nord-est del Brasile.

E’ una località allegra e movimentata, specie di notte, quando offre alla scelta una ricca selezione di discoteche e locali con musica dal vivo, in pieno stile carioca.

Leonardo DiCaprio sullo yacht Topaz per seguire le partite

Nel pacchetto informativo di Embratur (Ufficio Brasiliano del Turismo) possiamo scoprire una gamma di notizie utili ad apprezzare meglio le bellezze di questa meta, che vanta dune mozzafiato, spiagge bellissime e grande tranquillità, in un quadro ambientale gradevole.

La cornice giusta per festeggiare l’auspicabile passaggio della nostra nazionale alla fase successiva dell’appuntamento agonistico più seguito dell’anno.

E' di Louis Vuitton lo scrigno che custodisce la Coppa del Mondo

A Natal si può vivere la magia ambientale giovandosi di temperature tipicamente estive, che invitano a un bel bagno in acqua, a breve distanza da splendide foreste, lungo una delle più belle aree della costa brasiliana. Sono le spiagge, però, l’attrazione principale in questo periodo. La più famosa è quella di Ponta Negra. Molte le cose interessanti da vedere e scoprire. Ecco il vademecum offerto dal locale ente di promozione territoriale.

Cosa visitare

L’Arena das Dunas

Lo stadio Arena das Dunas è stato costruito per la Coppa del Mondo e inaugurato il 22 gennaio 2014. La sua forma si ispira alle celebri dune di Natal, tra le principali attrazioni turistiche locali. Il design è unico e si compone di 20 ‘petali’, disegnati per rendere l’idea del movimento delle dune. Il progetto dello stadio rispecchia i parametri della sostenibilità ambientale e la particolare conformazione della copertura permette una maggiore ventilazione e illuminazione naturale dello stadio. Un'altra importante funzione della copertura della Arena das Dunas è la raccolta dell’acqua piovana. Apposite grondaie raccolgono l'acqua che viene accumulata in nove serbatoi situate sotto le tribune inferiori, riutilizzabile per l’irrigazione o per l’utilizzo dei sanitari.

Spiagge

Situata a 12 km dal centro della città, Ponta Negra è una delle spiagge più famose di Natal. Qui si trova il celebre Morro do Careca, una duna alta 100 metri. Durante i fine settimana la spiaggia e le piscine naturali che si formano durante la bassa marea, sono il luogo di relax ideale per ideale per tutti. Questa spiaggia è anche particolarmente attrezzata in termini di infrastrutture turistiche, e ospita numerose bancarelle, ristoranti, alberghi e negozi.

A circa 100 km a sud di Natal, Baia Formosa è il palcoscenico delle performance quotidiane di stupendi delfini che nuotano lungo la costa. Un altro luogo imperdibile della Costa Sud è Praia de Pipa, con le sue grandi e rilassanti piscine naturali. La regione è anche caratterizzata dalla bellezza delle sue scogliere.


Fortaleza dos Reis Magos

Fortaleza da Barra do Rio Grande fu il primo edificio della città di Natal. La costruzione è a forma di stella e il suo nome indica la data di inizio della sua costruzione, il 6 gennaio 1598, giorno dei Re Magi per il calendario cattolico. La visita alla fortezza è un vero viaggio nella storia del Rio Grande do Norte e della colonizzazione brasiliana: la sua posizione presso la foce del Rio Potengi era strategica e offriva un'ampia visuale sul mare per evitare invasioni di pirati.


Parque das Dunas

Si tratta di una vasta zona verde collocata nell’area urbana di Natal. Tra i suoi 1.172 ettari si trova il Bosque dos Namorados, che dispone di aree gioco per i bambini, che possono osservare i piccoli Saguis e partecipare a laboratori per scoprire le piante e gli insetti tipici del luogo, oltre che ammirare le famose dune.


Centro Municipal de Artesanato

Si tratta del luogo migliore per chi è in cerca prodotti tipici e souvenir locali, ed è collocato in Praia do Meio. Oltre ai negozi di artigianato - come statue tradizionali in ceramica, cesti di canne intrecciate, sculture in pietra e legno - il centro vanta ottimi stand gastronomici dove si possono gustare spuntini locali.


Pirangi do Norte

In questa cittadina turistica a 12 km a sud di Natal (Brasile) si trova una meraviglia naturale che è entrata nel Guiness dei primati: l'albero di Caju più grande del mondo. Il cajueiro si estende su una superficie di circa 8.500 metri, con un perimetro di circa 500 metri e produce circa ottanta mila anacardi (frutto dell'albero di caju) all'anno. L'albero è stato piantato nel 1888 da un pescatore di nome Luiz Inacio de Oliveira. La particolarità di questo albero è che, nel corso del tempo, i rami crescono lateralmente, a causa del suo peso, e tendono a piegarsi verso il basso per raggiungere il suolo. Toccando il suolo, i rami cominciano a creare radici e poi iniziano a crescere di nuovo, come se fossero le radici di un altro albero.


Fernando do Noronha

L’isolato arcipelago di Fernando do Noronha, al largo della costa nord orientale del Brasile, appartiene al Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e per questa ragione sono ammessi solo 500 visitatori al giorno. Raggiungibile da Natal in aereo, Fernando de Noronha vanta bellezze marine e naturalistiche uniche: le spiagge di sabbia bianca, le acque cristalline piene di delfini, i pesci colorati e le tartarughe, rendono l’isola un vero paradiso per le immersioni o per una fuga romantica.


Nightlife

Ponta Negra

L’area della spiaggia di Ponta Negra è certamente la più vivace per la vita notturna a Natal.
Numerosissimi ristoranti, club e locali animano le serate della città. La musica, i colori e i cibi appartenenti alla variegata tradizione locale sapranno conquistare ogni turista, così come i tifosi che vorranno festeggiare i risultati della partite o approfittare della vitalità che caratterizza la capitale del Rio Grande do Norte.
Alcuni ristoranti e locali, semplici e informali, faranno apprezzare ai turisti l’accoglienza tipica brasiliana.


Praia dos Artistas

Era un tempo il ritrovo degli artisti più eccentrici, oggi è tra i maggiori centri di divertimento di Natal, ma anche il luogo preferito dai surfisti in Brasile, che dopo essersi cimentati con le onde dell’Oceano si rilassano nei numerosi locali e ristoranti. Spesso è sede di vivaci feste sulla spiaggia nate dall’improvvisazione e dalla voglia di divertirsi dei suoi abitanti, a cui tutti possono unirsi in un’atmosfera davvero unica.


Dove alloggiare

Natal offre numerose tipologie di soggiorno, che si adattano alle esigenze di ogni turista: hotel appartamenti, bed and breakfast. La maggioranza delle strutture alberghiere della città si concentra a Ponta Negra, con alberghi di charme e di lusso. Partendo dalla Fortezza dei Re Magi è possibile percorrere la Coastal Highway, a ridosso della Foresta Atlantica e del mare, sede di numerosissime strutture alberghiere e di uno spettacolo paesaggistico incredibile, lungo circa 10 chilometri.


Cosa mangiare

La cucina locale nasce dall’influenza della tradizione culinaria portoghese, africana ed amerinda. A Natal in particolare, nonostante siano presenti e disponibili tutte le tipologie di cucina internazionale, l’influenza deriva soprattutto dalla cultura africana e numerose ricette sono a base di noce di cocco, pesce ed olio di palma.

• Ginga com tapioca: pesce fritto in olio di palma e servito caldissimo con farina di tapioca
• Paçoca: carne essiccata al sole, con cassava e cipolle
• Pamonha: tipo di pasta, spesso dolce, preparata con mais e latte, e avvolta da foglie di granoturco.

Talvolta viene insaporita con latte di cocco. Può essere mangiata sola oppure, nella sua versione salata, riempita con salsiccia, peperoni o formaggio.

• Vatapá: piatto preparato con gamberetti, aglio, cicoria, latte di cocco e olio di palma, spesso servito con l’acarajé.
• Acarajé: frittelle di fagioli fritte nell’olio di palma e riempite ripieni vari (come il vatapá)

  • shares
  • Mail