I 3 yacht più chic dei Vip: gioielli nautici al top

Le celebrità amano spesso i prodotti esclusivi ed anche nella scelta degli yacht i personaggi famosi puntano in alto.

World's bigger yacht, "Eclipse" owned by

Oggi abbiamo selezionato per voi 3 degli yacht più esclusivi ed eleganti dei VIP, i cui gusti possono prendere forma senza limiti di portafoglio. Si tratta di gioielli nautici al top, che portano in dote l’eccellenza tecnica e costruttiva. Andiamo a scoprirli più da vicino.

Eclipse

Questo meraviglioso panfilo appartiene a Roman Abramovich ed ha un valore stimato di circa 1.5 miliardi di dollari. E' un vero capolavoro. Basta scorrere i suoi lineamenti esterni per innamorarsene.

Adoro le sue forme moderne, slanciate, eleganti e ricche di fascino, che rapiscono sin dal primo sguardo. L’allestimento interno è da mille e una notte, perché il magnate russo che lo ha commissionato non ha badato a spese.

E’ un yacht che si erge a vetrina del tema del lusso, interpretato nel migliore di modi, per la gioia di chi può vivere i suoi spazi. Agli altri non resta che ammirarlo da fuori, magari in occasione di uno dei suoi giri sulle acque del Mediterraneo.

Sul piano dimensionale, questo capolavoro è lungo 163 metri. La sua nascita è il frutto della passione e della voglia di apparire del suo proprietario, che ha preteso una grandezza degna quasi di una nave da crociera.

Tanti gli effetti speciali, molta la sostanza, in una miscela di lusso e tecnologia senza paragoni, per dominare la scena nei porti più esclusivi del pianeta. La sua dotazione lascia a bocca aperta, annullando il confine fra sogno e realtà.

Incredibile la dotazione dell’Eclipse, che non si priva assolutamente di nulla. Ci sono due piazzole per elicottero e altrettante piscine, una delle quali grande quanto una pista da ballo. Gli ospiti hanno a disposizione 24 cabine con schermi cinematografici, mentre per l'armatore c'è una suite con tetto apribile. Tutto è concepito con uno sfarzo di livello superiore, che segna il nuovo limite di riferimento. Uno scudo laser protegge dagli obiettivi dei paparazzi, perché ogni aspetto è stato curato al meglio.

La storia dell'Eclipse è stata molto tormentata, tanto da aver stancato il committente per i continui rinvii prima della consegna. Ma da diverso tempo il sogno si è tradotto in realtà. Qualcuno dice che il suo costo sarebbe stato di circa 800 milioni di euro, il doppio di quanto preventivato al momento dell'ordine, ma non esistono notizie ufficiali. Il suo carnet è da primo della classe.

Averlo sarebbe il sogno di ogni paperone, ma le cifre in ballo possono diventare pesanti anche per gli uomini più ricchi al mondo. Se i sogni non hanno prezzo, tradurre in realtà quello dell’Eclipse costa davvero tanto, anche per chi è dannatamente ricco.

Rising Sun

Oggi appartiene a David Geffen, ma per diverso tempo è stato di proprietà di Larry Ellison, CEO di Oracle Corporation. Fra le persone ospitate a bordo anche Oprah Winfrey. Il valore è di circa 250 milioni di dollari.

La progettazione del panfilo reca la firma dell'architetto australiano Jon Bannenberg, mentre la traduzione in materia dei disegni è avvenuta a cura dei cantieri Lurssen. Si dice che l'idea iniziale prevedesse una lunghezza di 120 metri, cresciuti durante la costruzione, quando il proprietario venne a sapere che l'Octopus di Paul Allen, socio di Bill Gates in Microsoft, avrebbe occupato 8 metri in più.

Una sfida di grandezza che ha prodotto l'imbarcazione più imponente d'America. Al suo interno ci sono 82 camere su cinque livelli, molte delle quali arredate con opere d'arte di altissimo pregio. Non manca proprio niente. Basti dire che della dotazione fa pure parte un piccolo sommergibile.

Maraya

E’ di Sean Comb, che ha speso molti soldi per averlo. Si può ipotizzare un prezzo di 65 milioni di dollari. Al momento della sua messa in servizio nel 2008, il Maraya è stato considerato come il modello di riferimento nella sua categoria. Qualcuno lo avrà visto al Festival di Cannes, quando ha ospitato personaggi come P-Diddy.

Il Maraya è stato lanciato nel 2008 dai cantieri CRN. Questo panfilo di 54 metri, nato in collaborazione con lo Studio Zuccon International Project, che ne ha curato gli esterni, offre le più recenti innovazioni sul piano tecnologico, abbinate al ricco comfort e alla sublime bellezza di un modello di classe superiore.

Il suo nome, in lingua araba, significa "specchio". Le alchimie luminose lo vogliono onorare, facendo della luce una vera protagonista, che aggiunge fascino al suo stile. L'abbondanza di spazi interni ed esterni genera emozioni esaltanti, che si fissano nel cuore. Nella sua poesia è facile rilassarsi, godendo di un senso di libertà sempre più raro nella convulsa vita quotidiana.

All'interno trovano accoglienza 12 ospiti e 15 membri d'equipaggio. Inutile sottolineare la bontà dell'allestimento, solennemente espressa dal salone sul ponte principale. Fra le chicche c'è un terrazzino nella suite armatoriale: una piattaforma mobile affacciata sul mare, che garantisce momenti riservati. Oggi questo gioiello nautico è disponibile per il charter, con tariffe congrue al suo prestigio.

Via | Bornrich.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail