VicenzaOro First: numeri positivi che incoraggiano per il futuro

vicenzaoro

Si è conclusa in modo felice la rassegna VicenzaOro First. La 'sei giorni' dedicata all'universo dell'oreficeria e della gioielleria ha raggiunto numeri soddisfacenti, come sottolinea il presidente Roberto Ditri: "E' andata complessivamente bene, abbiamo registrato 19mila primi ingressi, con +8% di operatori esteri e +2.5% di operatori italiani rispetto all'edizione 2010".

Poi aggiunge: "Internazionalità è la parola chiave nella sfida globale. Quest'anno abbiamo posto le basi per quello che sarà il nostro futuro di player mondiale di primo livello nel settore. I fatti ci hanno dato ragione". L'evento veneto ha registrato un vistoso aumento dei buyers esteri, anche sul piano qualitativo.

Delegazioni sono arrivate da Arabia Saudita, Armenia, Brasile, Cina, India, Inghilterra, Iran, Israele, Kazakhstan, Kuwait, Marocco, Russia, UAE, Ucraina, Ungheria, Usa. Questi i dati finali: circa 1500 espositori, di 54 province italiane, con in prima file le capitali del gioiello Made in Italy: Vicenza, Arezzo, Valenza, Milano, Roma, Napoli, Firenze, ma anche Cesena e Forlì.

Un terzo degli stand batteva bandiera dei 30 Paesi stranieri partecipanti. Ora si inizia già a lavorare alla prossima edizione, per rispettare il timing proposto nel piano strategico di rafforzamento e miglioramento della competitività che gli organizzatori hanno messo in cantiere fino al 2015, per fare della Fiera di Vicenza un luogo sempre più ricco di contenuti.

Via | Meneghinieassociati.it
Foto | credit fotografico : LaPresse

  • shares
  • Mail