Venduta la Ferrari FXX di Benny Caiola

ferrari fxx

Avevamo già parlato di Benny Caiola e dell'asta di Scottsdale curata da Gooding & Company per vendere alcuni pezzi della sua incredibile collezione, a qualche mese dalla scomparsa di questo personaggio partito in giovane età dalla Sicilia per cercare fortuna a New York.

Il suo cammino professionale, come imprenditore, fu costellato di successi, che lo resero famoso oltreoceano. In America era pure noto per la grande nobiltà d'animo e per una raccolta di Ferrari a dir poco strepitosa. Alcune di quelle "rosse", insieme ad altri gioielli firmati da marchi diversi, sono ora passate in nuove mani.

Tra gli esemplari battuti anche una FXX Evoluzione, assegnata per 2.1 milioni di dollari. Si tratta di un modello nato per coinvolgere i clienti più speciali del "cavallino rampante" nel ruolo di "Piloti Collaudatori", integrando i suggerimenti degli alfieri e dei tester della Casa di Maranello.

ferrari fxx
ferrari fxx
ferrari fxx
ferrari fxx

L'auto, che deriva dal know-how maturato con gli esemplari speciali e da competizione, si caratterizza per un livello prestazionale di assoluta eccellenza. Il suo utilizzo è esclusivamente destinato alla pista, nell'ambito dello specifico programma di ricerca e sviluppo concordato e costantemente aggiornato con il ristretto gruppo di owners.

Nell'ultimo step evolutivo il V12 di 6262 cc di questa belva sprigiona la bellezza di 860 cavalli a 9500 giri (oltre 60 in più rispetto alla versione iniziale). Le appendici alari, mobili e regolabili in funzione del tracciato, garantiscono sempre l'assetto ottimale. Anche i freni in Composite Ceramic Material, appositamente realizzati dalla Brembo, migliorano le già esaltanti performance di cui erano capaci.

Il controllo di trazione offre nove diverse impostazioni (più la disattivazione) ed è meno invasivo e più flessibile che in passato. La vettura è dotata di un sofisticato impianto di telemetria in grado di monitorare numerosi parametri connessi alle dinamiche operative.

Via | Motorauthority.com

  • shares
  • Mail