Yacht Set Marine 625 Sail: 19 metri per un catamarano pieno di magia

Il catalogo di Set Marine si arricchisce di una nuova proposta, messa in vetrina al Salone Nautico di Genova 2014. E’ un’imbarcazione ricca di carattere.

set-marine-625-sail

La personalità è il file rouge che caratterizza l’ultimo gioiello Set Marine: lo yacht 625 Sail. Ancora una volta il progetto è frutto della collaborazione di Toni Punzio e Ilenia Indaco. Dagli sforzi è nata una creazione hi-tech in linea con la new philosophy del cantiere siracusano, dove nulla è scontato o lasciato al caso e al luogo comune.

Linee decise, prue dall’andamento spezzato che riprendono, rafforzandolo, il leit motiv del cantiere. Alta la qualità costruttiva per un catamarano da crociera veloce, sicuro e dalle notevoli prestazioni.

È il dettaglio la discriminante che pone questa imbarcazione come una sofisticata novità nel panorama nautico: spazi che si moltiplicano e scompaiono; l’illuminazione a led che corre lungo le geometrie degli interni, per accendere senza mortificare la luce o il buio naturali; i colori tenui, tono su tono, ma mai freddi delle cabine, il bianco, il sabbia, il tortora e il giocoso patchwork dei tessuti sui divani nella zona living.

La cifra che contraddistingue il 625 sail è la versatilità nel coniugare estetica e praticità, definendo un ambiente che fa dell’imbarcazione una casa su misura, da modulare, ripensare e (appunto) personalizzare. In questo 62 piedi l’arredamento non è un optional, ma l’anima stessa: elemento intrinseco, carattere, una cosa sola con il piacere di vivere il mare, nel confort dettato da un design contemporaneo dalle linee pulite ed essenziali, che non si esaurisce in se stesso, trovando nella sua funzione l’essenza del bello.

Aria, luce, mare: il 625 sail inaugura un nuovo stile che riflette al tempo stesso un nuovo modo di vivere su due scafi. Questo modello fa sentire a casa, come in un abbraccio che stringe in una forma di intimità con il mare. Le barriere visive cadono e l’effetto scenico è dato dalla continuità tra “fuori” e “dentro”, grazie a un rigore che abbatte gli ostacoli per una fruizione piena della vita a bordo, facendo sì che gli elementi naturali si fondano e si integrino con l’imbarcazione. Una grande cura dei particolari è stata cercata dagli autori, che hanno infuso alcuni elementi legati alla magia della Sicilia.

  • shares
  • Mail