Porsche 918 Spyder: consegnato il primo esemplare in Italia

E’ una delle hypercar più recenti, oltre che la regina tecnologica della casa di Stoccarda. Per questo suscita grande interesse.

Porsche 918 Spyder

Il Centro Porsche Perugia ha consegnato la 918 Spyder al primo cliente italiano dell’esclusivo modello della casa di Stoccarda. Le chiavi della vettura sono state date da Pietro Innocenti, Direttore Generale di Porsche Italia, e Fotini Giustozzi, titolare della concessionaria dove si è materializzata la vendita.

Porsche 918 Spyder

La vettura consegnata ha una speciale livrea che ricorda le storiche vincitrici della 24 ore di Le Mans. Il bianco è il colore dominante.

Porsche 918 Spyder

Nella cabina di comando di questa vettura la gestione delle diverse funzioni avviene mediante uno schermo touch-screen, come nei telefonini di ultima generazione. Ricordiamo che la 918 Spyder monta un potente V8 affiancato da tre unità elettriche, per una dotazione energetica di altissimo livello: 887 cavalli. Pur con tanta carica in corpo, in condizioni ideali libera appena 72 g/km di CO2.

Porsche 918 Spyder

I bassi livelli di emissione si coniugano alla sportività e al carattere delle opere di Zuffenhausen. La vettura è una scheggia in accelerazione, con passaggio da 0 a 100 Km/h in appena 2"8. Quattro le modalità operative: E-Drive, Hybrid, Sport Hybrid e Race Hybrid. La più ecologica è la prima. I consumi si attestano fra i 3,0 e i 3,3 l/100 km.

Porsche 918 Spyder

Secondo gli uomini della Porsche, la 918 Spyder assume un ruolo paragonabile a quello della 911, che debuttò all’IAA mezzo secolo fa. Questo anniversario è stato celebrato dalla casa tedesca lo scorso anno, con la presentazione del modello speciale in edizione limitata “50 Anni 911”. La vettura si basa sull’attuale 911 Carrera S, che unisce gli elementi tradizionali della 911 alla tecnica più avanzata. Il modello è prodotto in serie limitata di 918 esemplari. Ecco spiegato il nome.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail