Yacht Mangusta 110: Overmarine vende il secondo esemplare

Un altro esemplare del modello del cantiere nautico fondato nel 1985 dalla famiglia Balducci trova un acquirente, che potrà deliziarsi delle sue doti.

Yacht Mangusta 110

Overmarine Group ha venduto la seconda unità dello yacht di lusso Mangusta 110, che prenderà forma nei cantieri di Viareggio, giovandosi dell’esperienza di un’azienda di forte tradizione, pioniera nella costruzione di maxi open all’avanguardia.

La consegna è prevista per la primavera del prossimo anno, quando il gioiello nautico di in via di costruzione comincerà a solcare le acque dei mari del mondo.

Il nuovo Mangusta 110 è lo yacht che più chiaramente mette in luce la recente evoluzione tecnica e stilistica della linea cui appartiene. Il suo design è distintivo, elegante e senza tempo.

Yacht Mangusta 110

Guardandolo, si colgono l’equilibrio e il dinamismo delle forme, che rendono piacevole il colpo d’occhio, presentando bene un prodotto capace di offrire al tempo stesso elevati livelli di comfort, sicurezza e praticità.

Senza rinunciare al profilo filante della tradizione Mangusta, questo nuovo modello presenta alcune novità estetiche e strutturali: aree esterne a prua e a poppa difficilmente reperibili oggi sul mercato ed un flybridge di dimensioni più che generose, in grado di ospitare anche una seconda postazione di comando.

Al design esterno si accompagnano performance importanti: grazie ai due motori MTU 16V 2000M94 e agli idrogetti KameWa Roll Royce, il modello raggiunge comodamente i 33 nodi di velocità in massima stabilità, totale assenza di vibrazioni e con un bassissimo livello di rumore.

Presenti anche stabilizzatori giroscopici “Zero Speed” (all’ancora e under way) che contribuiscono a migliorare ulteriormente il comfort a bordo ampliando, inoltre, il range di utilizzo piacevole dell’imbarcazione. Con il 110 è possibile navigare a bassa velocità (anche 10 nodi), con consumi ridotti e comfort elevato.

Qui il termine “performance” non indica solo dinamismo e stabilità, ma viene esteso al comfort di bordo. Controllo dei processi, tipologia di strutture composite impiegate, isolamento acustico, controllo delle vibrazioni, stabilizzazione, layout ergonomici: tutto viene studiato nei minimi dettagli al fine di garantire qualità, eccellenza, benessere a bordo a velocità elevate. In modo coerente, la distribuzione degli spazi interni è il risultato di un attento studio architettonico dei volumi.

  • shares
  • Mail