Crn Yacht, doppio varo di lusso nel mese di marzo

crn

Due vari in meno di una settimana sono qualcosa di non comune per un cantiere specializzato in navi da diporto: ma è esattamente quanto si appresta a realizzare Crn, famoso brand del Gruppo Ferretti che conferma la qualità della sua produzione industriale e la solidità del suo modello di business.

Martedì 22 marzo sarà il turno della Navetta 43 "Lady Trudy", un megayacht di 43 metri in composito, mentre sabato 26 marzo scenderà in acqua il M/Y "Crn 130", sesta nave da diporto di 60 metri in acciaio e alluminio varata dal cantiere negli ultimi sei anni.

I due battesimi avverranno alla presenza degli armatori e delle maestranze: si tratterà quindi di eventi privati, molto significativi dal punto di vista industriale ed emozionale. Al momento Crn ha in costruzione 8 navi da diporto: 5 in acciaio e alluminio e 3 in composito, cui si aggiungono oltre 7 imbarcazioni a marchio Custom Line.

crn

M/Y Crn Navetta 43 "Lady Trudy" 43 metri

Il megayacht "Lady Trudy" è una navetta dislocante in composito, il settimo scafo della linea Navetta 43.

L’imbarcazione, lunga 43 e larga 8,6 metri, potrà comodamente ospitare 10 passeggeri in cinque cabine ospiti e 9 membri di equipaggio e navigare in comfort assoluto ad una velocità massima di 15,5 nodi e ad una di crociera di 13 nodi, grazie a due 2 motori Caterpillar C32-C,

Il megayacht è stato realizzato in collaborazione con gli architetti dello Studio Zuccon International Project, che ne hanno curato il layout esterno ed interno.

Si distingue per i volumi importanti e per le ampie zone all’aria aperta, come i pozzetti coperti del ponte principale e del ponte superiore, che si aprono nel maestoso scafo di colore grigio "pearl effect".

Dotata di quattro ponti e di carena con bulbo, l’imbarcazione è costruita interamente nello stabilimento Crn, che ha controllato quindi ogni passaggio del processo produttivo, dalla realizzazione degli stampi alla successiva laminazione dello scafo, fino agli arredi e il decoro.

Caratteristica distintiva di questa nave e dell’intera flotta Crn, il terrazzino della suite armatoriale, allestito come “balcony” con coffee table e poltroncine per la prima colazione, godibile anche durante la navigazione.

La navetta presenta alcune modifiche strutturali del sun deck, allungato a poppa per ospitare una pista di atterraggio per l’elicottero.

Fra le particolarità del megayacht sicuramente gli interni, finemente arredati, che rappresentano un tuffo nell’atmosfera coloniale americana, con richiami romantici allo “stile Hampton”, dove l’armatore e i suoi ospiti potranno godere di ogni agio.

Di grande impatto anche l’ampia zona fitness allestita a poppa, praticamente affacciata sulla spiaggetta di poppa a pelo d’acqua, segno distintivo di Crn e vero “must have” dei suoi clienti ai quali viene offerto una differente opportunità di vivere e rapportarsi con il mare.

L’imbarcazione è inoltre supportata da un innovativo sistema integrato di entertainment, info e domotica, denominato “myOlos”, sviluppato grazie ad una partnership tra il cantiere navale, Videoworks e Intel per ottenere una funzionalità a bordo e un’alta tecnologia ancora più user friendly per i clienti del marchio.

Questo sistema consente di gestire e controllare attraverso un semplice iPod tutte le funzioni di intrattenimento - compreso audio e video on demand – climatizzazione, videosorveglianza di bordo, controllo luci e tende. Settimo scafo di una linea di successo, questo mega yacht è uno dei capolavori di design & made in Italy firmato Crn.

M/Y Crn 130 di 60 metri

Il profilo allungato e filante e l’imponente scafo color crema caratterizzano con forza la personalità di questa nave da diporto di 60 metri scafo numero 130 del cantiere, costruita in acciaio e alluminio, e commissionata a Crn da un armatore europeo.

La prua slanciata e filante e i volumi imponenti con ampi spazi protesi sul mare caratterizzano anche questo mega yacht le cui linee esterne portano la firma dello Studio Zuccon International Project, che ha lavorato in stretta collaborazione con l’ufficio tecnico di Crn, mentre il design degli interni sono stati curati degli architetti Alexandre e Cristina Negoescu.

Lo scafo 130 è stato costruito su piattaforma navale di 10,20 metri, la stessa usata per altre celebri navi come Crn 126 "Blue Eyes" e Crn 128, entrambi di 60 metri. La stessa filosofia e le innovazioni tecnologiche le ritroviamo infatti sul tema degli spazi aperti che contraddistinguono i modelli della famiglia: la terrazza nella suite armatoriale e il beach club a poppa, il portellone di poppa che si trasforma in una grande spiaggetta a pelo d’acqua.

All’interno della nuova nave potranno comodamente alloggiare 12 ospiti in 5 cabine ospiti, la suite dell’armatore, e 14 membri di equipaggio.

Per quanto riguarda il design delle aree coperte, qui prevalgono le linee circolari che vanno a rappresentare una nuova immagine del comfort di bordo, con spazi fluidi, che esplodono e si prolungano su tutte le aree. A questo si aggiunge lo stile minimal e lo spirito dell’art decò che si fondono insieme con eleganza e raffinatezza e vengono rappresentati in chiave “modern style”.

Con il suo arredamento minimale, i suoi interni monocromatici e le sue forme sinuose, si è arrivati a sviluppare un nuovo habitat contemporaneo e di estremo piacere.

L’imbarcazione è dotata di 2 motori Caterpillar 3512B-Chp 1’455 kW@1835 rpm che la faranno navigare ad una velocità massima di 15 nodi e velocità di crociera di 14 nodi.

Via | Ferrettigroup.com

  • shares
  • Mail