Breguet Marine Chronographe: Lusso e sport

E' il marchio che ha inventato, nel lontano 1801, tra le altre cose, il Toubillon.

Pare abbastanza per levarsi il cappello di fronte al peso storico della maison Breguet. Oggi come allora i suoi orologi tolgono il fiato per l'inesplicabile livello di eleganza, raffinatezza e complessità meccanica.

Eppure sarebbe ancora più meraviglioso se per un attimo pensassimo che al mondo non esiste solo lo (straordinario, sia chiaro) Rolex Daytona e che l'esclusività e la sportività sono qualità che sa esplicare contemporaneamente in armonia anche un marchio che sembra, solo in apparenza, buono solo per il gala più esclusivo che si possa immaginare.


Esiste, infatti, anche una linea di orologi Breguet dichiaratamente più sportivi, dedicati a uno spirito dinamico che non dimentica mai l'eleganza come biglietto da visita. Per lui, invece del Daytona con cassa in oro bianco e quadrante azzurrino, giallo, rosa o verdino, un Marine Chronographe. Cassa in oro bianco (diametro di 42 mm) con vetro zaffiro, movimento meccanico a carica automatica calibro 583Q, 133⁄4 linee, rotore in oro, riserva di carica di 48 ore.

Originale la disposizione del cronografo, al centro del quadrante: vi sono, oltre alle canoniche lancette blu per l'indicazione dell'ora, altre due, una blu e una bianca, per la misura dei secondi e dei minuti cronografici. Al piccolo quadrante alle ore l'indicazione delle ore (con anche l'apertura per il datario); alle ore 9, i piccoli secondi.

Il prezzo è nell'ordine dei 22.000 euro per la versione in oro bianco, circa 21.000 per quella in oro giallo. "Probabilmente", oltre il Daytona c'è dell'altro.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: