Arte veneziana Riflessivo: novità nel segno del futuro

arte veneziana riflessivo

C’era una volta la bottega rinascimentale, spazio quasi magico, dove arte e artigianato si incontravano e si fondevano dando vita a veri e propri capolavori. Il sapere, le tecniche, l’attitudine al fare venivano, in quei luoghi, tramandate di generazione in generazione, garantendo così la continuità di una tradizione.

Questa filosofia sembra resistere nel terzo millennio e Arte Veneziana, azienda artigianale nata nel 1970 a Mestre, ne è la prova tangibile. Da tre generazioni la famiglia Zanin rappresenta un’eccellenza tutta italiana nella produzione di meravigliosi oggetti d’arredo in vetro, raccontando una storia, un territorio, una tradizione.

Arte Veneziana si specializza fin da subito nella riproduzione di specchi veneziani del ‘600 e del ‘700, periodo di massima fioritura dell’arte vetraria della Serenissima, ai quali si sono aggiunti nel 1990 i mobili veneziani e art déco, rivestiti in specchio. L’idea di applicare gli specchi sui mobili è dei giovani fratelli Alessandro e Nicola Zanin, che hanno portato in azienda nuove energie e punti di vista diversi.

arte veneziana riflessivo
arte veneziana riflessivo
arte veneziana riflessivo
arte veneziana riflessivo

Sempre fedele alla sua cifra stilistica, Arte Veneziana ha inaugurato una terza linea dedicata all’illuminazione, quella dei lampadari veneziani del ‘700 e art déco. Sotto la guida di Alessandro e Nicola i riferimenti temporali si sono ampliati: non più soltanto lo squisito gusto retrò mutuato dal Settecento veneziano, ma un respiro più europeo e un balzo in avanti di ben due secoli, con una serie mobili ispirati all’eleganza delle linee art déco, stile che incantò tutto il mondo nelle prime decadi del Novecento.

Oggi la storia si ripete e il mondo di Arte Veneziana si evolve, aprendosi alla contemporaneità: l'azienda scommette sul futuro e, grazie alla fantasia e all’audacia del giovanissimo designer veneziano Leo De Carlo, fresco della prestigiosa collaborazione con lo studio parigino di Philip Starck, che firma tutti pezzi del nuovo progetto, presenta un nuovo marchio di classico contemporaneo, Riflessivo: “riflesso” immateriale in cui storia, sensazioni, emozioni, presente e passate, forgiano le forme conferendole un’aura di futuro.

Via | Arteveneziana.com

  • shares
  • Mail