La tassa di Soru non colpisce i sardi e i loro famigliari

sardegnaDopo la bufera suscitata con l'introduzione della tassa sul lusso, cerchiamo di fare un po' di chiarezza sul testo approvato dalla Regione Sardegna anche alla luce dei commenti dei nostri lettori.

A chi si sente colpito, lo stesso Soru dichiara "I proprietari di seconde case non solo non sono nemici ma sono nostri amici, li vorremmo anche più vicini. Vorremmo anche che chi ha la seconda casa in Sardegna, se uno ha la seconda casa in Sardegna, se vuole cambiare la residenza non pagherà nemmeno più la tassa sulla seconda casa. Quindi altro che se non sono nostri amici, li vogliamo addirittura più vicini".


Alla luce di quanto emerso nel teso della legge, possono tirare un respiro di sollievo i sardi, ma anche i nati in sardegna, i loro coniugi ed i loro figli, soggetti esclusi da questo sistema di tassazione.

Per quanto riguarda l'articolo 2 (Imposta regionale sulle plusvalenze dei fabbricati adibiti a seconde case), "Non sono soggetti passivi dell'imposta i nati in Sardegna e i rispettivi coniugi".

Per l'articolo 3 (Imposta regionale sulle seconde case ad uso turistico) "Non sono soggetti passivi coloro che siano nati in Sardegna, i rispettivi coniugi e i loro figli anche se nati fuori dall'Isola".

Per l'articolo 4 (Imposta regionale su aeromobili ed unità da diporto) invece "Soggetto passivo dell'imposta è la persona o la società avente domicilio fiscale fuori dal territorio regionale che assume l'esercizio dell'aeromobile ai sensi degli articoli 874 e seguenti del Codice della navigazione, o che assume l'esercizio dell'unità da diporto ai sensi degli articoli 265 e seguenti del Codice della navigazione."

Per un esame più approfondito, gli articoli di legge possono essere scaricati dal sito della Regione Sardegna.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: