Gal Hassin 2011, premio di lusso con ricamo in filo d'oro

gal hassinIl ciclo di appuntamenti scientifici messi in programma a Isnello, in vista della nascita del Parco Astronomico delle Madonie, si è chiuso con l'assegnazione del Premio Gal Hassin 2011 a Margherita Hack, per la sua attività scientifica e divulgativa. L’insigne astronoma ha pure ricevuto la cittadinanza onoraria del piccolo paese siciliano.

Prima di lei era toccato a Mario Di Martino, astronomo dell’Inaf - Osservatorio astronomico di Torino, e Marcello Coradini, responsabile del programma di esplorazioni nel sistema solare dell’Agenzia Spaziale Europea, vivere la stessa esperienza. Anche in questo caso alla vincitrice è stata conferita una targa premio di lusso.

Si tratta di un ricamo su rete di filo d'oro, di notevole fattura artistica. Il motivo rappresenta un vortice, una spirale galattica, simbolo grafico antichissimo e complesso. Interpreta il ruotare della volta celeste, il corso del sole, le stagioni cicliche, la rotazione della terra. Spirali o vortici sono associati al velo della Grande Madre e alla tessitura del filo della vita, ecco perché la trama è di ingrediente aureo.

La destinataria del riconoscimento è stata scelta da una commissione composta da uomini di scienza e di cultura. Gal Hassin è un appuntamento annuale sulle Madonie, per discutere di astronomia, del cielo e della terra. Il premio legato a questo nome viene attribuito a chi si è distinto nel campo della ricerca e della divulgazione delle scienze astronomiche.

  • shares
  • Mail