Una Ferrari Enzo nella collezione di Floyd Mayweather

Avere una Ferrari è il sogno di ogni persona che ama le auto, ma il privilegio è per pochi eletti, specie se si punta ai modelli più esclusivi. Floyd Mayweather ne ha presa una speciale.

ferrari-enzo

Una Ferrari Enzo è appena entrata nel garage di Floyd Mayweather, che arricchisce con una regina rampante la sua collezione di auto sportive e di lusso. L'esemplare è stato comprato usato, perché questo modello, ora rimpiazzato da LaFerrari, non è in produzione da un po' di anni. Pare che per assicurarsi il nuovo gioiello, risalente al 2003, lo sportivo statunitense abbia speso la bellezza di tre milioni di dollari.

Nel box di Mayweather ci sono anche una Rolls Royce Ghost, una Bentley Mulsanne, una Bugatti Veyron, una Lamborghini Aventador e una Mercedes-Benz SLS AMG.
Fra i tanti gioielli che il pugile statunitense (campione del mondo in cinque diverse categorie di peso) custodisce in casa non mancano le Ferrari. L'azienda di Maranello è rappresentata da diversi esemplari, compresa una 458 Spider, auto più volte premiata per le sue incredibili doti.

Ora è il turno della mitica Enzo. Questo modello è l'espressione tangibile della capacità tecnologica dell'azienda che ha saputo interpretare meglio di tutte le altre i sogni degli appassionati. Vero concentrato di finezze progettuali, attinte a piene mani dai bolidi "rossi" che corrono nei Gran Premi, la creatura del "cavallino rampante" è una vera gioia dei sensi.

Efficienza è la sua ragion d'essere e tutti gli studi sono stati orientati allo scopo. Il risultato è un missile da oltre 350 km/h, che accelera meglio di un jet militare. L'impianto frenante, in materiale carboceramico, sarebbe sufficiente a fermare in pochi metri anche un treno lanciato alla massima velocità.

Niente sulla Enzo è lasciato all'improvvisazione e tutto, anche il più piccolo dettaglio, ha una precisa utilità funzionale. Lo stile dell'aggressiva carrozzeria è stato elaborato con l'obiettivo di agevolare lo scorrimento dell'auto nell'aria, sfruttando al contempo lo scorrimento dell'aria sull'auto per generare un tale carico deportante (ben 775 kg a 300 Km/h) da incollare il "mostro" all'asfalto. Giochi di prestigio che solo ai maghi di Maranello potevano riuscire!

Poi c'è il motore, cuore pulsante di questa "rossa", tutto grinta e passione, sintesi perfetta di potenza e di coppia; raffinato e tecnologico, dispensatore di melodie rossiniane e di umane passioni. Non un insignificante ammasso di metalli finemente lavorati, ma una meteora che sprigiona energia pura, fieramente esibita da ognuno dei suoi oltre 660 cavalli, per regalare autentiche emozioni intrise di nobile storia a un pubblico di appassionati dal palato raffinato.

Foto apertura | @floydmayweather

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail