Engel&Völkers stila la classifica degli ormeggi più cari del pianeta

isola capri

I primi tre ormeggi più costosi del mondo sono ubicati in Italia. Lo sostiene una ricerca effettuata da Engel&Völkers, gruppo tedesco leader nell'intermediazione immobiliare di prestigio, che ha stilato una classifica delle 15 marine più care del pianeta.

La tariffa per uno yacht di 55 metri in alta stagione è la variabile presa in considerazione per stilare la classifica. In testa si colloca la Marina Grande di Capri, con 2.585 euro al giorno. Seguono Porto Cervo (2.574) e la Marina di Portofino (2.100).

Oltre al luogo e ai servizi offerti, esiste un terzo fattore che incide in maniera forte sulle tariffe. Inigo Nicholson, Licence Partner della divisione Yachting a Madrid e Marbella, sostiene che la scarsità di ormeggi rappresenta il fattore più significativo nella definizione del prezzo.

Per questo Nicholson non è affatto sorpreso che sia proprio Capri la capolista. D'altra parte, l'isola al largo della costiera amalfitana possiede solo dieci ormeggi sufficientemente spaziosi per ospitare i panfili presi in considerazione. Scorrendo la classifica, al quarto posto c'è Puerto José Banus di Marbella, dove si arrivano a pagare 2.069 euro al giorno.

Quinta piazza, con 1.643 euro quotidiani, per la marina di Ibiza. A Saint-Tropez, che offre gli attracchi più cari di Francia, l'esborso è pari a circa la metà della tariffa di Capri, con 1.356 euro al giorno. Segue Port Camille Rayon nel Golfo Juan, tra Antibes e Cannes, con 1.100 euro. Le marine posizionate nell’Europa dell’Est offrono opportunità di ormeggio a costi molto più economici se confrontati con le capolista italiane.

Via | Engelvoelkers.it Ilfilorossonline.it

  • shares
  • Mail