Jumeirah vuole nuovi hotel di lusso negli Stati Uniti

Jumeirah Zabeel

Jumeirah, colosso dell'ospitalità di lusso con sede a Dubai, mira ad espandere il portafoglio delle sue strutture negli Stati Uniti. Lo rivela l'executive chairman Gerald Lawless, che vuole aggiungere ulteriori complessi ai nove di prossima apertura.

Il gruppo gestisce, fra gli altri, l'Essex House vicino al Central Park di New York, ma i manager hanno preso di mira anche Boston, Chicago, San Francisco, Miami e Washington come sede dei futuri alberghi. L'obiettivo è di rafforzare la presenza nelle piazze più significative, per aumentare il radicamento territoriale del brand.

Lawless aggiunge che Jumeirah vuole sviluppare delle proprietà pure ai Caraibi. Il gruppo orientale ha già aperto tre hotel nel 2011. Altri sei sono pronti a sbocciare in Azerbaijan, Germania, Kuwait, Maldive, Abu Dhabi e Dubai. L'ondata di aperture è il risultato di alcuni progetti rinviati durante la crisi, che ora prendono forma insieme.

Via | Hoteliermiddleeast.com

  • shares
  • Mail