MY_40, progetto di yacht ispirato allo stile e alla filosofia Maserati

progetto yacht by arianna cesselli

Oggi pubblichiamo alcuni render della tesi di laurea in Design Navale Nautico di Arianna Cesselli. Le immagini si riferiscono al concept di MY_40, un motoryacht di 13 metri ispirato alle linee e alla filosofia Maserati, che fa interagire il mondo dell'auto e della nautica, per dar vita a qualcosa di unico.

L'obiettivo è quello di sedurre attraverso i segni, rendendo omaggio alla classe, all'eleganza, ai materiali, alle tecnologie e al prestigio di una casa automobilistica con una lunga e importante storia alle spalle. Ne deriva un modello di lusso, dallo stile esclusivo, per vivere emozioni speciali.

Si tratta di una proposta per un esemplare unico, che crea un lounge, un mondo nel quale entrare e isolarsi da ciò che c'è fuori, sotto le note ispirate del tridente. Nelle sue linee convivono la grinta e lo stile, in ossequioso rispetto di una tradizione nobile. L'autrice, dopo aver analizzato ogni singola autovettura prodotta da Maserati, ha individuato alcuni stilemi caratterizzanti: mascherina frontale, fanaleria, vetri e cruscotto, linee del profilo.

progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli

Partendo da questa piattaforma sono state impostate le prime bozze, fino a trovare la migliore armonia delle forme, cercando di integrare tra loro linee apparentemente isolate e sforzandosi di trovare nuove collocazioni, per fare interagire i segni caratterizzanti con le proporzioni nautiche.

Sul fronte dei materiali esterni sono stati presi come riferimento quelli che caratterizzano la linea Maserati Corse: elementi leggeri e dalle alte prestazioni, nello spirito del brand. Il pozzetto è interamente rivestito in alcantara, un ingrediente tutto italiano, resistente, morbido al tatto, inalterabile alla luce e lavabile. Sedute e plancia sono in pelle bianca con impuntonature a contrasto blu.

La maniacale cura del dettaglio traspare da ogni elemento, generando un quadro di elevato valore estetico e qualitativo. Il materiale di base usato per gli interni è la pelle, concreta espressione dell’artigianalità italiana, sia nella ricchezza dell'ingrediente che nelle tradizionali tecniche di lavorazione.

Per la definizione degli elementi esterni è stato svolto un attento studio, con l'obiettico di far convivere le diverse esigenze. Profilo e parabrezza sono chiari riferimenti alla Maserati Ghibli. La linea d'insieme è caratterizzata dai tagli e dai cambi di superficie, che danno movimento ai volumi, animano la forma e aiutano la caratterizzazione cromatica della barca.

Le prese d’aria sono quelle della GranCabrio, mentre il fanale, che è l'occhio della macchina, assume la stessa funzione nel prodotto nautico, assittigliando le tracce stilistiche per integrarle meglio al profilo. Per quanto riguarda gli elementi di prua ci sono forti richiami al muso dell'automobile: prese d’aria, cambi di superficie del cofano, ma soprattutto la mascherina frontale. Stessi segni a poppa, nonostante la necessità di mantenere la linea di un'imbarcazione.

Per quanto riguarda il pozzetto, questo è concepito come un piccolo spazio raccolto, una sorta di salottino, con gli spazi visti sempre in linea con l'abitacolo dei modelli stradali della casa modenese. Le sedute di poppa, rivestite in pelle bianca e alcantara, ospitano un impianto acustico. E' previsto inoltre un LCD per la proiezione di spot e messaggi pubblicitari Maserati e un frigobar esterno di appoggio al lounge sottocoperta.

A poppa sono previsti due prendisole, che nascondono una struttura a vetri per meglio ammirare i motori del Tridente. Lo studio della plancia è stato molto curato nel dettaglio, con alcuni richiami automobilistici (cruscotto, volate, levette), mantenendo comunque uno stile più nautico nell’insieme. La seduta di guida (provvista di un bracciolo a scomparsa) può ospitare comodamente due persone.

Sul lato passeggero la plancia integra uno schermo touch screen e il navigatore, per meglio coinvolgerlo nella rotta. Il layout degli interni di MY40 è completamente dedicato a un Lounge, un ufficio e luogo di incontro esclusivo Maserati. La parte centrale è caratterizzata da un grande tavolino che riprende l’oblò in coperta grazie al quale si crea un gioco di luci con il logo del Tridente.

Tutto attorno gira un grande divano che termina a prua con un portachampagne “scultura” che attrae l’osservatore verso un grande schermo/specchio. Appena varcato il tambuccio si trovano gli armadi e il bancone bar.

progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli
progetto yacht by arianna cesselli

Specifiche tecniche

Lunghezza fuori tutto: 13,046 m
Lunghezza al galleggiamento: 10,982 m
Larghezza massima: 3,359 m
Immersione: 0,554 m
Dislocamento: 8,2 ton
Costruzione: Carbonio
Sistemazioni interne: Lounge bar con bagno
Motorizzazione e propulsione: 2 x motore Maserati 440 CV con eliche di superficie Arneson
Velocità. massima: 50 nodi

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: