Cartier: piani di espansione in India

cartier

Come molti altri marchi internazionali, Cartier è attratto dalla promettente economia dell'India, anche se il Paese dei Maharaja deve ancora entrare in sintonia con le grandi griffe. Il brand francese del lusso sta cercando un'espansione su quella piazza, per capitalizzare le opportunità offerte dal mercato.

Louis Ferla, manager del marchio per il Medio Oriente e l'Asia del Sud, illustra il progetto: "Siamo molto contenti di come stanno andando le cose in India. Il problema che stiamo affrontando è la carenza di centri commerciali di qualità. In quel bacino, ancora, non si è raggiunto un adeguato livello di sofisticazione".

"Quindi -aggiunge il dirigente- dobbiamo essere molto attenti quando si deve individuare una location. Vogliamo ampliare la nostra rete e stiamo selezionando una posizione strategica per aprire il nostro secondo negozio a Mumbai".

Tre anni fa Cartier è entrata nel mercato indiano con il suo flagship store nel DLF Emporio Mall a sud di Delhi. Anche dopo aver ricevuto una risposta molto positiva per i prodotti di fascia alta, i vertici non si sono fatti prendere dalla fretta, preferendo espandere la loro presenza lentamente ma costantemente.

Dice Ferla: "Noi non inseguiamo il gioco corto, ma pensiamo ad essere qui nel lungo termine. Quindi voglio prendere le decisioni con la dovuta cautela, per assicurarmi che ciò che stiamo facendo è giusto. Tante volte si potrebbe cedere alle tentazioni del trend, ma bisogna fare le valutazioni a più lunga gittata. Per sopravvivere nel lungo periodo bisogna ponderare bene le scelte".

Via | Twocircles.net

  • shares
  • Mail