Roger Dubuis: serata la Monegasque, alta orologeria ed eleganza

roger dubois montecarlo

Roger Dubuis ha celebrato la nuova collezione "La Monégasque" in una cornice d’eccezione, quella del Principato di Monaco. Oltre duecento ospiti provenienti da tutto il mondo, tra cui l’artista Daphne Guinness, il gallerista Alexander Dellal e lo stilista calzaturiero Christian Louboutin, sono accorsi per scoprire una collezione che ha trovato nella Rocca la sua dimora ideale.

Una serata esclusiva all’insegna dell’eleganza più assoluta, per il migliore incontro con l'alta orologeria. La maison non poteva immaginare luogo migliore di quello che ha ispirato la sua collezione, ovvero Montecarlo, culla mondiale del glamour.

L’eleganza delle coupé sportive, il fruscio degli abiti da sera, il mormorio del Mediterraneo... un rumore, quasi una musica, che fa eco ai movimenti meccanici dei preziosi segnatempo e a migliaia di gesti di un savoir-faire firmato Roger Dubuis. Come inghiottiti in un’altra epoca, tra fasto, classe e paillette, si sono così riuniti sulla Rocca del Mediterraneo oltre duecento invitati

roger dubois montecarlo
roger dubois montecarlo
roger dubois montecarlo
roger dubois montecarlo

L'Hôtel de Paris ha fatto da sfondo a questa straordinaria serata, che ha visto arrivare sul red carpet numerose celebrità, subito illuminate a festa dai flash dei fotografi. Accolti da Georges Kern, Ceo del marchio elvetico, gli ospiti sono stati sedotti dal fascino di una terrazza animata da tavoli da gioco, per un aperitivo degno dei più grandi casinò.

È poi venuto il momento di riunirsi a tavola per una cena di prestigio, sotto gli ori di un raffinato salone dei ricevimenti in stile Impero. L’espressione «art de vivre europea» ha assunto il suo vero significato nel corso di questo ricevimento conclusosi con un concerto privato di Curtis Stigers, organizzato in esclusiva per l'occasione.

Photographic credits
Event pictures:
Getty Images © ROGER DUBUIS 2011
Product pictures:
Christophe Lauffenburger, Geneva © ROGER DUBUIS 2011

Via | Arardue.com

  • shares
  • Mail