Asta d'arte: miliardari spendono milioni di dollari per opere contemporanee

La scorsa notte a New York si è tenuta una prestigiosa asta d'arte seguita dalla casa Phillips de Pury & Co; in sala erano presenti personaggi di spicco, tra cui il noto collezionista miliardario Eli Broad, il fashion designer Tommy Hilfiger o il manager di Michael Dell, Glenn Fuhrman.

La vendita, che ha visto protagonisti lotti di arte contemporanea, ha totalizzato ben 71,3 milioni di dollari, rimanendo così nelle previsioni di stima. La tela astratta nell'immagine, di Cy Twombly e senza titolo (2006), ha fruttato 9 milioni di dollari.

Il miliardario Tommy Hilfiger si è esposto acquistando una tela di Damien Hirst intitolata “Disintegration -- The Crown of Life", del 2006, per 1,4 milioni di dollari; il mercante d'arte David Nahmad ha invece acquistato una scultura di Alexander Calder intitolata “Trepied”, del 1972, per 5,7 milioni di dollari.

Durante la serata si è tenuta anche una sezione dedicata alla beneficenza: per la Solomon R. Guggenheim Foundation sono stati raccolti 2,7 milioni di dollari vendendo 22 lotti, superando le aspettative che parlavano di 2,2 milioni di dollari. In tutta la serata soltanto 7 lotti sono rimasti invenduti.

Via | Businessweek

  • shares
  • Mail