Relais & Châteaux: la storia della route du bonheur e i Relais de Campagne

Storia di Relais & Châteaux

La presentazione della guida 2012 di Relais & Châteaux mi ha regalato l'occasione per portarvi un interessante pezzettino di storia dell'ospitalità slow. Siamo nei primi anni '50 e otto strutture ricettive francesi si associano per dar vita alla prima guida Relais & Châteaux, allora denominata Relais de Campagne. Vedete la copertina di questa guida nella galleria, leggiamo insieme le parole ancora attualissime:

Lo sviluppo dell'automobile ha aumentato in maniera considerevole, con il rumore che si porta dietro, il desiderio legittimo del turista di trovare degli angoli tranquilli, lontani dalle tappe tradizionali delle città.

Le strutture collegavano idealmente Parigi con Nizza, per creare una Via della Felicità, la Route du bonheur che iniziò una rete di percorsi turistici lungo i quali appoggiarsi alle dimore dell'Associazione per viaggiare secondo i dettami del buon vivere. Le prime storiche adesioni:

Nel 1941 una coppia di artisti del music hall, Marcel e Nelly Tilloy, acquistano l’hotel ristorante “La Cardinale”, sulla riva destra del Rodano, nell’Ardèche - oggi il loro intuito ha riunito 518 hotel e ristoranti in 60 Paesi del mondo, nei 5 continenti. Il più sperduto di questi, il Le Tahaa nella Polinesia francese, lo vedremo di persona nel corso del mese grazie a Tahiti Tourisme Italia (saremo per voi a Tahiti, Raiatea e Tahaa, per poi visitare le isole di Huahine e l'atollo di Tikehau alle Tuamotu).

Storia di Relais & Châteaux
Storia di Relais & Châteaux
Storia di Relais & Châteaux

  • shares
  • Mail