Louis Vuitton e Marc Jacobs: due geni in mostra

louis vuitton marc jacobs

Louis Vuitton celebra, con una grande mostra al Musée des Arts Décoratifs, le storie in parallelo e il contributo al mondo della moda di due personaggi: Louis Vuitton, fondatore dell'omonima maison nel 1854, e Marc Jacobs, suo Direttore Artistico dal 1997.

La rassegna, curata da Pamela Golbin, presenta al grande pubblico due innovatori che si sono appropriati dei codici culturali e delle tendenze delle rispettive epoche per modellare la storia della moda contemporanea, accomunati dalla condivisione della passione per il savoir-faire, l’innovazione, la creatività e le collaborazioni con i più grandi artisti delle rispettive epoche.

Non si tratta di una retrospettiva, ma di un invito all’analisi sull’industria della moda durante due periodi decisivi, l’uno che ha inizio con l’industrializzazione del XIX Secolo e l’altro che guarda alla globalizzazione del XXI Secolo.Lo spazio espositivo di 1500 mq, progettato da Gainsbury and Bennett, si divide in due piani, ognuno dedicato a ciascuno dei creativi.

louis vuitton marc jacobs
louis vuitton marc jacobs
louis vuitton marc jacobs
louis vuitton marc jacobs

Al primo piano l’universo di Louis Vuitton in cui i bauli (realizzati dal 1854 al 1892, dalla Tela Grey Trianon al Monogramma) sono esposti insieme alle collezioni di moda e accessori del XIX Secolo di proprietà del Musée des Arts Décoratifs, raccontando l’evoluzione del costume e della storia del viaggio accompagnata dalle invenzioni di un uomo che, per primo tra i costruttori di abuli parigini, si specializzò nella “costruzione di bauli e confezioni per la moda”.

Il secondo piano, dedicato all’universo di Marc Jacobs, ripercorre gli ultimi quindici anni della sua carriera da Louis Vuitton. I visitatori sono accolti da un grande “moodboard” di video/foto che raccolgono le ispirazioni del Direttore Artistico per proseguire con la scoperta di una gigantesca “chocolate box” (scatola di cioccolatini) che racchiude 53 borse creata da Marc Jacobs per Louis Vuitton.

Gli abiti più emblematici delle collezioni dal 1998 ad oggi sono esposti su manichini in movimento appositamente creati per la mostra, mentre, a chiusura del percorso, c'è un tributo alle collaborazioni di Marc Jacobs con i più grandi artisti contemporanei: Stephen Sprouse (2001 – 2006 - 2009), Takashi Murakami (2003) e Richard Prince (2008).

louis vuitton marc jacobs
louis vuitton marc jacobs
louis vuitton marc jacobs
louis vuitton marc jacobs

Via | Louisvuitton.com

  • shares
  • Mail