Ulysse Nardin Macho Palladium

Ulysse Nardin Macho PalladiumCon la sua forma dal design unico e l'esclusivo materiale con cui è prodotto, il Macho Palladium 950 promette di fare "baccano" nell'industria dell'orologeria.

Ancora una volta Ulysse Nardin dimostra di essere un vero leader di settore grazie all'impiego di nuovi materiali e nuove tecnologie nella produzione di elementi per la cassa e il movimento.

Protagonista della scena è il Palladium, scoperto da William Hyde Wollastone nel 1803 e chiamato così in onore dell'asteroide Pallas, scoperto due anni prima.

Fino all'epoca più recente il palladio, appartenente alla famiglia del platino, è stato utilizzato nella fabbricazione dell'oro bianco e solo da poco tempo comincia ad essere impiegato come materiale strutturale nella fabbricazione di casse per orologi e in gioielleria grazie a un elevatissima resa estetica (molto brillante) e al fatto che non ossida.


Il Macho Palladium risponde alle precise e rigide regole del Swiss Official Chronometer Control, cosa che permette di certificare la sua altissima qualità di realizzazione e il definito ruolo di "capolavoro" d'orologeria.

Ma le prestazioni non finiscono qui: sul quadrante, sotto le ore 12, è presente un piccolo quadrante con indicazione della riserva di carica.

Sia il piccolo disco graduato, sia la lancetta si muovono in ragione della carica del bariletto: quando viene raggiunta la massima carica (sia in modo automatico, sia in modo manuale), il disco rotante ruota fino a quando l'indice corrispondente alla piena carica e la lancetta della riserva di carica coincidono.

Quando l'orologio non è indossato, la lancetta si muove fino a raggiungere il più piccolo segmento della scala graduata. La riserva di carica complessiva è di 42 ore.

  • shares
  • Mail