Mastro Raphaël: le sue nuove collezioni al Salone del Mobile

mastro raphael

Al Salone Internazionale del Mobile 2012, Mastro Raphaël ha presentato le sue nuove collezioni: nomi che parlano di Scozia; trame, tecniche e disegni che esaltano gli elementi distintivi dell’azienda dei primi anni ’70.

Il tradizionale schema a quadri Principe di Galles, il cui pioniere fu il Duca di Windsor, nipote di Edoardo VII; la trama pied de poule lanciata sulle passerelle da Christian Dior come simbolo di eleganza e ricercatezza; il disegno tartan dei tessuti in lana delle Highland scozzesi.

Così Mastro Raphaël veste il suo leggendario lino, base della collezione di biancheria e tessuti per tende Tarbert: un’indole scottish dall’effetto vintage, regalato dalle nuvolature effetto maltinto eseguite a mano.

mastro raphael
mastro raphael
mastro raphael
mastro raphael

mastro raphael

Aberdeen, come la Città d’Argento scozzese, per una collezione biancheria in lino jacquard fil coupé. Mastro Raphaël recupera un motivo caro alla sua tradizione, disegnandolo con effetti nuovi: giochi di trasparenze, di effetti di pieno e vuoto, declinati in crema, vaniglia e nel contemporaneo grigio antracite.

Yester, come Yester House, la splendida tenuta scozzese acquistata da Gian Carlo Menotti nel 1970, per il cui arredamento tessile sono stati utilizzati tessuti Mastro Raphaël. L’arte del piqué jacquard, esaltata dal savoir-faire della maison, è abbinata al disegno paisley, proposto in jacquard. Ricercatissimo l’abbinamento cromatico tra bianco e grigio-marrone, per portare in casa l’atmosfera e il tepore di un cottage.

Fraser, l’ajour leit motiv delle prime collezione dell’azienda. Un tema rivisitato dall’artigianalità firmata Mastro Raphaël e declinato in chiave micro: set lenzuola e set copripiumino sono incorniciati da micro-ajour che disegnano raffinati quadratini o righe. Un aspetto vissuto permanente, che regala alla tela di lino una straordinaria naturalezza. Dalla biancheria ai tessuti da rivestimento e alle tende.

I tessuti da rivestimento si completano con il velluto di lino, cui viene conferita una mano vintage, con effetti di maltinto eseguiti artigianalmente (collezione Braemar) su base avorio, cenere o fango. Per conferire a divani e poltroncine un affascinante effetto ‘vissuto’, donando una dimensione calda ed accogliente ad elementi moderni e di design.

Per le tende, Mastro Raphaël ha creato un lino/cupro – collezione Lauriston - che ha la vestibilità e l’eleganza di un abito da sera: un tessuto scivoloso e corposo al tempo stesso, luminoso, fresco ed estremamente chic nella sua fluidità. Il lino fil coupé Aberdeen, invece, avvolge la luce con uno straordinario effetto vedo-non vedo: l’intramontabile ingrediente è esaltato dal motivo jacquard all over, reinventato attraverso un innovativo gioco di pieno e vuoto, opacità e trasparenza.

Via | Mastroraphael.com

  • shares
  • Mail