Tassa sarda sul lusso: un fallimento

yachtDopo le polemiche degli scorsi mesi, è ora di tracciare un primo bilancio della famigerata tassa sul lusso introdotta da Renato Soru. La pioggia di euro che dovevano entrare nelle casse della Regione Sardegna non c'è stata. Mancano infatti ben 199 milioni di euro all’appello, sui 200 previsti da Soru.

Secondo quanto riportato da Il Tempo, a pagare sarebbe stata unicamente una società di servizi marittimi con uffici a Porto Cervo: la Sardinia Yacht Service.

Critiche di Confesercenti sulle modalità di riscossione dei balzelli. Solo pochi giorni fa è stato attivato il servizio per il pagamento on-line che si affianca all'antico metodo della coda in posta.


Dura presa di posizione anche della Cisl che senza mezzi termini mette in dubbio l'efficacia dei balzelli, dato che nella Finanziaria non è nemmeno contemplata la previsione del gettito. La tassa regionale sarebbe stata quindi un diversivo che avrebbe originato un pesante danno di immagine. Si sarebbe dovuta studiare invece una fiscalità vantaggiosa per le imprese, locali e non, che investono nell'isola.

Qualcosa ci dice che, volenti o nolenti, torneremo ancora su questo argomento.

Via | IlTempo.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: