Attico di lusso in vendita nel cuore di Roma

Possedere una casa di lusso a Roma è il sogno di molte persone. La spesa richiesta limita però il bacino dei potenziali acquirenti.

Un attico di lusso è in vendita a Roma, in un quartiere davvero unico nel suo genere, architettonicamente parlando. Si tratta del Coppedè, splendido rione che deve il suo nome all'architetto che lo progettò nei primi anni del Novecento. Sorge a due passi dai Parioli e pullula, letteralmente, di edifici storici di enorme pregio e valore.

Uno di questi è il Palazzo degli Ambasciatori, costruito a cavallo tra il 1917 e il 1921: un complesso riconoscibilissimo per via del suo ingresso a dir poco sontuoso e principesco. Si compone di tre torri di diverse altezze, una delle quali affaccia su via Arno e su via Dora, dove si trova la porta d'ingresso del quartiere. Il quarto e il quinto piano di questo edificio sono occupati da un incredibile appartamento che è da poco tornato sul mercato. Non un semplice attico, ma un vero e proprio "pezzo d'arte", per dirla con le parole degli agenti immobiliari che si stanno occupando di venderlo. Il suo prezzo è di 4,9 milioni di euro.

Questa prestigiosa residenza di lusso nel cuore della capitale si compone di tre saloni, cucina, quattro bagni e una gigantesca zona notte, per un totale di 410 metri quadrati di superficie abitabile. A questi bisogna sommarne altri 220 di terrazzi: uno si trova al quarto piano ed è di pertinenza dell'area living, mentre l'altro è posto al livello superiore ed offre un panorama veramente suggestivo.

Gli spazi interni rispecchiano in tutto e per tutto lo stile classico del quartiere Coppedè: sono eleganti e maestosi, caratterizzati da pavimenti in pietra naturale, soffitti adornati da decori di vario genere e muri rivestiti con meravigliose carte da parati tipicamente novecentesche. Le stanze sono dunque piuttosto scenografiche, e ben si prestano ad essere arredate con mobili retrò e pezzi unici. 

Il primo livello ospita due saloni di rappresentanza, entrambi luminosissimi per via delle grandi finestre ad arco che si trovano un po' in tutte le stanze. Al loro interno, come in altri ambienti, spiccano i lampadari: alcuni sono di cristallo e risalgono all'epoca in cui è stato costruito l'edificio, mentre altri sono in stile prettamente medievale. Uno dei soggiorni posti al primo piano è completamente vuoto, a differenza dell'altro che è invece arredato in maniera straordinariamente chic, con dipinti d'autore alle pareti, poltroncine dal design retrò e applique candelabro in ferro battuto che rendono l'atmosfera ancor più suggestiva. Non ci sono mobili neanche sui terrazzi, attualmente, ma solo vasi e piante grasse, tra le cui foglie s'intravedono degli scorci veramente magici della capitale.

Via | LuxuryEstate.com

  • shares
  • Mail