Cars and Coffee 2015: auto sportive e d'epoca a Caserta [Foto]

Tappa a Caserta per Cars and Coffee, un evento la cui formula guadagna ampi consensi.

Cars and Coffee, nel calendario 2015, ha fatto tappa anche nel sud Italia, attraendo nuovi possessori di supercars e di auto storiche di prestigio, in una città dove l’arte e il passato del nostro Paese si intrecciano in un unico connubio: Caserta.

Ancora una volta è stato proposto un evento prezioso e intenso, da incorniciare, per vivere la magia di una delle passioni più belle al mondo: quella per le vetture sportive. Una formula semplice ed intrigante, che riunisce i proprietari e i curiosi in momenti di grande condivisione, partendo magari da un caffé preso insieme. E' questo lo spirito giusto. Onore al merito agli organizzatori, bravi nel concepire l'idea e nel metterla in pratica con grande professionalità.

Cars and Coffee si è confermato come un grande punto d’incontro della passione per l’automobilismo, che ha coperto a Caserta l'assenza nell’Italia del Sud di una manifestazione globale, che coinvolgesse trasversalmente tutti i marchi automobilistici sportivi.

Durante l’evento riservato della mattina in un ambiente suggestivo, attorniato da alberi d’ulivo, sono state esposte oltre cento supercars e storiche di prestigio di primissimo livello, mostrate con orgoglio dai fortunati proprietari, provenienti da tutto il meridione, isole comprese.

Ospite speciale della giornata casertana è stata la debuttante Puritalia. Paolo Parente, l’imprenditore ideatore della vettura, è intervenuto di persona all’evento a bordo del primo esemplare, la 427, esposta tra l’ammirazione dei presenti.

Una rappresentanza di tutte le epoche, un excursus di auto dagli anni sessanta, con le Ferrari 250GT/E e 250 GT Spyder, fino ad oggi con l’avveniristica BMW I8, parcheggiate sul prato l’una di fianco all’altra.

Modelli di grande rarità, come la Bizzarrini 5300 GT Strada, realizzata in appena 133 esemplari al mondo e appartenuta a Little Tony, la Jaguar XJ220, prodotta con una gamma di soli 281 modelli o la Ferrari Testarossa Barchetta realizzata dalla Scuderia Baldini & Co in unico esemplare, hanno emozionato i presenti.

Da segnalare, rispetto agli eventi passati, la nutrita presenza di auto classiche, elemento distintivo di questa manifestazione, che esprime al meglio lo spirito universale di Cars and Coffee. Ferrari, Porsche e Louts i marchi in più rappresentati con tanti modelli, l’unico suv realizzato dalla Lamborghini l’LM002, una Jaguar E-Type, una KTM X-Bow, svariate Delta Intergrale e Muscle Cars americane: questo è Cars and Coffee.

Come in tutti i C&C si sono manifestate le due anime dell’evento. Accolti nel parco dagli organizzatori con il Welcome Coffee di benvenuto, nel corso della mattinata i partecipanti hanno potuto condividere impressioni ed esperienze, sempre ammirando le livree ed i particolari delle vetture esposte, prima di passare al pranzo all’insegna dell’amicizia e della tradizione culinaria regionale, in un atmosfera suggestiva.

Nel primo pomeriggio invece, i cavalli delle vetture si sono scatenati lungo le strade tortuose ed immerse nel verde, con ampi panorami collinari, sino all’antico complesso Monumentale del Belvedere di San Leucio, patrimonio mondiale dell’Unesco, dove hanno incontrato il calore di un pubblico in trepidante attesa, entusiasta ed incredulo. Le auto sono state elegantemente disposte all’interno dei cortili dell’antica residenza Reale e del Giardino all’Italiana.

Al termine, una folla numerosa, assiepata sulla terrazza del Belvedere, ha incitato i driver a esaltare la potenza e il suono dei motori al passaggio delle supercars, per portare a casa foto e video, che possano rievocare questa indimenticabile giornata.

Ecco le parole di Francesco Canta e Gabriele Morosini, organizzatori di Cars and Coffee: “Una scommessa vinta è la sintesi migliore della manifestazione. Lo spirito di aggregazione su cui si fonda l'evento ha trionfato ancora una volta. Un ringraziamento speciale va a questo pubblico straordinario e caloroso, che ha reso magica l’atmosfera”.

Foto | Francesco Carlo

  • shares
  • Mail