Tissot Astrolon Syinthetic

A prima vista parrebbe un orologio qualsiasi, un modello da collezione per gli amanti dell'orologeria Anni '70 (anche se va ammesso che l'immagine non rende adeguata giustizia).
In realtà l'orologio (meccanico) qui ritratto, un autentico Swatch "ante litteram", si bea di una straordinaria qualità: la quasi totalità dei componenti ha un'origine sintetica (per non dire volgarmente che si tratta di plastica).
Il progetto di questo segnatempo (risalente al 1971) aveva come principale obbiettivo quello di ridurre il numero dei componenti per la realizzazione di un orologio meccanico.
Il che effettivamente avvenne: da 91 a 52 componenti.
Si tratta del calibro 2250, conosciuto anche come Astrolon o "Sytal" (acronimo di "Systeme Total d'Autolubrification").



Gli unici elementi del meccanismo ad avere un origine metallica sono la molla a spirale, il bilancere e il bariletto. E' presente un solo rubino, utilizzato come perno che fornisce l'impulso alla racchetta. I componenti la platina sono, ovviamente, in plastica (trasparente). Il peso di questo piccolo gioiellino è di appena 2,5 grammi.
Via | BoingBoing

  • shares
  • Mail