Fabio Barone in Ferrari verso il Transfagarasan Speed World Record

Un record fra i Carpazi al volante di una 458 Italia: Fabio Barone, presidente del club Passione Rossa, lancia la sua nuova avventura.

ferrari-fabio.jpg

Fabio Barone è una persona colta e piena di passione, che ama la Ferrari e le grandi imprese. La sua nuova sfida avrà per scenario la velocissima Transfagarasan, una strada nazionale della Romania, all'ombra della Fortezza di Dracula. Qui il vulcanico presidente di Passione Rossa Club Italia cercherà di siglare un record del mondo, sfrecciando fra le nuvole, a 2000 metri di quota, al volante di una 458 Italia.

Jeremy Clarkson, Richard Hammond e James May, della celebre trasmissione motoristica "Top Gear" della BBC, hanno definito la Transfagarasan "the most amazing road we have ever seen", per il taglio planimetrico ma anche per i magnifici paesaggi sui quali si snoda, in un susseguirsi incessante di curve che attraversano la catena dei Carpazi, fino a oltrepassare i 2000 metri di quota.

Aperta solo due mesi l'anno, a causa delle condizioni climatiche, per un giorno la Transfagarasan diventerà una straordinaria pista, teatro di un'impresa mai tentata prima: un record mondiale di velocità, a bordo della splendida auto sportiva di Maranello.

L'appuntamento è fissato per lunedì 3 agosto, con il "dottore rampante" al posto guida della "rossa". Fabio, nel 2014, ha guadagnato le luci dei riflettori per aver percorso in meno di otto minuti il circuito tedesco del Nurburgring, ancora una volta con il suo gioiello Made in Italy. Un autentico record personale, se si pensa che non è un pilota professionista.

Ecco le sue parole: "Dai primi test svolti in Romania, posso confermare che la Transfagarasan è effettivamente la strada più bella del mondo. Questa arteria viaria si sviluppa su 90 km, ma per la sfida abbiamo scelto il tratto più panoramico, che verrà chiuso al traffico, grazie alla collaborazione delle istituzioni. Cercherò di percorrerlo nel minor tempo possibile, alla presenza di cronometristi ufficiali di Tag Heuer. Sarà un'esperienza unica: mentre perlustravo il percorso, all'uscita di una galleria, all'improvviso mi sono trovato a correre in mezzo alle nuvole. Ho avuto l'impressione di essere nell'autodromo di Dio".

Tentare l'impossibile, essere sempre più veloci, per rimanere nella storia: questo l'obiettivo che ha spinto il presidente di Passione Rossa Club Italia a mettere in moto un meccanismo complesso, fino ad organizzare la chiusura della leggendaria strada, per stabilire il record, a bordo di una creatura preparata da Leone Motors di Roma in collaborazione con il motorista tedesco Capristo. La livrea, con tanto di canini alla Dracula e pipistrelli che escono dal motore, ha la dichiarata intenzione di fare paura. Soprattutto al cronometro.

  • shares
  • Mail