Orologio Perrelet Turbine Toxic

Con atteggiamento un po’ provocatorio, l’orologio Perrelet Turbine Toxic supera i pericoli proponendo un simbolo diventato cool, il teschio, che diventa prezioso al centro di due Edizioni Speciali dell’orologio con Doppio Rotore.

Immagine universale, utilizzata abitualmente per segnalare sostanze tossiche, il teschio fu l’emblema dei pirati nel XVIII secolo e ancora simbolo dei bikers negli anni 50. Oggi tutti i tabù di questa figura sono caduti per lasciare spazio all’espressione della libertà che ha conquistato l’universo della moda a tutti i livelli.

Grazie all’effetto ottico creato dalla ruota a 12 pale che gira vorticosamente sul quadrante degli orologi Turbine Toxic, il teschio si svela attraverso i codici del lusso, nella versione maschile rivestita di 210 diamanti (0,82 carati) e in quella femminile con 155 diamanti incastonati (0,59 carati). Il teschio prezioso diventa una visione luminosa che si staglia sul fondo nero del quadrante in nuance con il colore della cassa e del cinturino.

La scelta è tra l’audace ed estremo Turbine Toxic XL da 50 millimetri di diametro, d’acciaio trattato DLC su bracciale di caucciù, oppure il più discreto Turbine Toxic XS di 41 millimetri di diametro, d’acciaio trattato DLC montato su cinturini di caucciù o satin.

Via | Perrelet.com

  • shares
  • Mail