Yacht di lusso Azimut 72 e Magellano 66: nuove foto

Due modelli preziosi, che affascinano per stile e soluzioni. Eccoli in alcune immagini di qualità.

azimut-72-fly_11.jpg

Gli yacht di lusso Azimut 72 Fly e Azimut Magellano 66 possono essere goduti in nuove foto ad alta risoluzione, che rendono giustizia al loro look. Per scoprire parte delle loro doti, vi consigliamo di leggere il post.

Azimut 72

azimut-72-fly_21.jpg

Questo modello coniuga lo stile elegante a tecniche costruttive all’avanguardia. Lo scafo e le coperta sono realizzati totalmente in infusione di VTR mentre la tuga e il fly sono in fibra di carbonio puro. Questa scelta produttiva determina un sensibile risparmio di peso, nell’ordine del 30%, che può essere sfruttato per ottenere maggiori superfici calpestabili e più ampie volumetrie interne mantenendo lo stesso dislocamento dei modelli rivali nella stessa categoria.

Lungo 22.60 metri e largo 5.60 metri, l'Azimut 72 è stato progettato e costruito interamente nel cantiere di Avigliana in collaborazione con Stefano Righini, che ha sviluppato il concept generale del modello oltre che lo stile degli esterni e con Carlo Galeazzi che ha curato il design degli interni.

Sono stati soprattutto due elementi a guidare il progetto: il rispetto delle proporzioni e le tecniche costruttive innovative per ottenere esterni sportivi senza limitare in alcun modo il volume degli interni. Il layout prevede 4 cabine tutte con bagno, di cui una armatoriale a tutta larghezza con bagno en suite e caratteristiche finestrature verticali full glass senza montanti, per un totale di 8 ospiti.

Azimut Magellano 66

azimut-magellano-66_2.jpg

Un megayacht racchiuso in 20 metri che offre la libertà di navigare a lungo raggio avvolti dal comfort e dall’eleganza di casa. Offre doti da grande navigatore con carene Dual Mode, ampi spazi interni per soggiorni prolungati e uno stile chic e senza tempo che ancora una volta sta facendo scuola nella nautica mondiale.

Disponibile anche nella versione Navetta, con salone e zona pranzo separabili all'occorrenza dalla cucina e dalla timoneria per disporre di una privacy assoluta, tutto il main deck si stende su un unico livello con enormi finestrature affacciate sul mare. Moltissimo spazio storage all'esterno ed all'interno per tenere tutto in perfetto ordine avvolti da atmosfere sofisticate e senza tempo.

Il primo esemplare è stato consegnato al suo cliente nell’estate 2015, ma il progetto del Magellano 66 parte da lontano, dalle stesse solide basi che hanno reso ineguagliabili tutti i modelli della Collezione Magellano, la carena “Dual Mode”. L’obiettivo è di offrire una barca versatile che risulti più confortevole in navigazione anche con mare formato.  

Via | Studio Effeerre / andreasculati

  • shares
  • Mail