Il Nobel di Quasimodo all'asta da Bolaffi

Un'importante vendita all'incanto si profila all'orizzonte.

quasimodo.jpg

Il 2 dicembre sarà battuta all'asta da Bolaffi a Torino la medaglia del Premio Nobel per la Letteratura Salvatore Quasimodo (1901-1968): si tratta della prima vendita in Italia di questo riconoscimento e la prima nel mondo di un Nobel italiano. Sul mercato internazionale finora ne sono stati trattati soltanto 16 esemplari, 17 con questo.

Il simbolo del prestigioso tributo conferito a Quasimodo nel 1959, "per la poetica liricità con cui ha saputo esprimere le tragiche esperienze umane dei nostri tempi", passerà sotto il martello come lotto 401 mercoledì 2 dicembre alle 16:30, con una base d'asta di 50 mila euro e una stima tra i 100 e 150 mila.

Parte delle commissioni di vendita, pari a 20 mila euro, sarà destinata al finanziamento di una borsa di studio per un corso di laurea triennale a Milano, a vantaggio dello studente più meritevole dell'Istituto Tecnico "A. M. Jaci" di Messina, scuola che Quasimodo frequentò prima di trasferirsi a Roma, a Firenze, e quindi a Milano, dove la sua esperienza poetica giunse a piena maturazione. Obiettivo della borsa di studio è permettere a un giovane studente di ricalcare idealmente il percorso compiuto dal Premio Nobel portando a termine, proprio grazie alla sua eredità, gli studi universitari, cosa che Quasimodo non poté fare.

Via | Press Office

  • shares
  • Mail