Vacheron Constantin Overseas e Steve McCurry prospettive trasversali sul mondo

Un modo per unire l'arte, con un'iniziativa originale, dai tratti glamour.

vacheron-constantin.jpg

Vacheron Constantin, per illustrare la collezione Overseas, annuncia una collaborazione eccezionale con il celebre fotografo americano Steve McCurry. Attraverso l’obiettivo di questo grande maestro delle immagini, la Manifattura si propone di offrire una prospettiva unica sul mondo. Il fotogiornalista, evocando le 12 ore del quadrante, immortalerà 12 luoghi che presenteranno altrettanti momenti irripetibili catturati nell’eternità.

Lo spirito del viaggio per Vacheron Constantin

I nuovi modelli Overseas incarnano pienamente il glorioso spirito del viaggio, attitudine che affina una visione costantemente arricchita dalle nuove scoperte. Questa apertura al mondo è centrale anche nella filosofia dell’eccellenza coltivata dalla più antica Manifattura orologiera, fin dalla sua fondazione nel 1755 a Ginevra. Da sempre rivolta verso orizzonti lontani, la Maison ha fondato la sua espansione sull’esplorazione del pianeta e, già nel XVIII secolo, vantava una presenza di successo nei cinque continenti. I suoi archivi contengono documenti storici chiamati “Rencontre” dove si tiene traccia delle vendite all’estero. La fama della Maison ha preso forma grazie a questi incontri, avvenuti in luoghi sempre più remoti nel corso di oltre 260 anni di storia e savoir-faire ininterrotti.

Vacheron Constantin e Steve McCurry, un incontro ai vertici

Riflesso dell'essenza stessa dell’Alta Orologeria moderna, i nuovi modelli Overseas sono i compagni ideali dei viaggiatori di oggi, che traggono energia da ogni nuovo incontro e ogni nuova scoperta. Per evidenziare questa prospettiva del mondo plasmata dal viaggio, Vacheron Constantin ha scelto Steve McCurry, fotografo leggendario che pone al centro del proprio lavoro la nozione di umanità. Una partnership che si fonda sul concetto di eternità, denominatore comune tra il fotografo e la Manifattura, tra la rappresentazione del mondo e l’espressione del tempo.

Fermare un momento di eternità

Benchè Steve McCurry sognasse di diventare regista, frequentò il College of Arts and Architecture della University of Pennsylvania. Dopo gli studi intraprese un tour dell’Europa e, in seguito, del Sud America e dell'Africa. Per far corrispondere la sua professione al suo amore per il viaggio, Steve McCurry decise di diventare fotoreporter. La sua filosofia di lavoro prende forma partendo dall'osservazione della vita… e dall'attesa. Spiega che in questo modo: “la gente si dimentica della macchina fotografica e rivela la propria anima”. Inizia a fotografare conflitti civili e internazionali, vince il Robert Capa Gold Medal Award a riconoscimento del suo coraggio e dello spirito intraprendente. Premiato e riconosciuto nel mondo intero, il suo lavoro è guidato da un senso di stupore nei confronti del pianeta e delle persone che incontra. Il suo rapporto con gli esseri umani è unico, proprio come il suo rapporto con il tempo. Ha fatto di quest’ultimo il suo più grande alleato, come qualcuno che è costantemente in cerca “dell’inaspettato, del momento di serendipity, che permette di fare scoperte fortuite di cose interessanti che non stavamo cercando”. La sua curiosità, la sua abilità nel superare i limiti della lingua e della cultura per catturarne i significati e la loro umanità, lo rendono il più raffinato interprete dello spirito del viaggio secondo Vacheron Constantin e la collezione Overseas.

Overseas, un giro intorno al mondo in 12 tappe

Vacheron Constantin e Steve McCurry hanno esplorato il mondo per dare forma alla collezione Overseas: 12 luoghi, 12 siti rari, poco conosciuti e talvolta inaccessibili, immortalati dall’obiettivo del fotografo, in armonia con i valori della Maison. Gli scatti riflettono lo spirito che Vacheron Constantin alimenta da 260 anni. Disciplina rigorosa, pazienza, creatività, movimento, trasmissione e apertura al mondo sono solo alcuni dei pilastri che mettono il percorso della Manifattura così come quello di Steve McCurry nella prospettiva dell’eternità. Il percorso avrà inizio a Ginevra a febbraio 2016 e continuerà in giro per il mondo per un anno intero.

Via | Press Office

  • shares
  • Mail