Baselworld 2016: orologio Czapek Quai des Bergues

Un segnatempo prezioso, che nasce da una storia importante.

orologio-2.jpg

Baselworld 2016 - Grazie a tre imprenditori appassionati e audaci e al sostegno di decine di aficionados nel mondo intero, Czapek rinasce oggi nel rispetto del genio del suo fondatore. François Czapek, ex socio di Norbert de Patek, prosegue la propria carriera da solo nel 1845, diventando fornitore di Napoleone III e dei nobili dell’epoca.

La collezione Quai des Bergues affonda il proprio estetismo in una delle principali realizzazioni dell’orologiaio, il segnatempo da tasca 3430 del 1850. Ad animarlo, il movimento Czapek esclusivo con 7 giorni di riserva di carica, sviluppato in collaborazione con Chronode. Il quadrante è realizzato in smalto grand feu secondo il metodo più tradizionale.

Le lancette sono fabbricate in oro cesellato e lucidato o in acciaio azzurrato. Il tutto è ospitato dalla grande cassa di 42,5 mm, proposta in diversi tipi di oro, in titanio o in acciaio XO, una lega di tipo nuovo. Il nuovo capitolo della storia di Czapek è all’insegna dell’innovazione.

Scheda tecnica in pillole

Movimento

Meccanico a carica manuale, calibro SXH1, 21.600 alternanze/ora, doppio bariletto, riserva di carica di 7 giorni.

Funzioni

Ora, minuti, secondi, indicatore della riserva di carica.

Cassa

Oro rosa o bianco 18 carati o titanio o acciaio XO, 42,5 mm. Vetro zaffiro bombato e fondello con vetro zaffiro, entrambi con trattamento antiriflesso. Impermeabile fino a 30 m (3 bar/100 piedi).

Quadrante

Smalto grand feu su base in rame o carbonio o opalino madreperlato bianco o nero. Indicatore della riserva di carica/giorno della settimana a ore 4 e 30, piccoli secondi a ore 7 e 30. Lancette in acciaio azzurrato o in oro cesellato lucido.

Cinturino/Bracciale

Pelle di alligatore nera con chiusura in oro rosa o bianco 18 carati o titanio o acciaio XO.

  • shares
  • Mail