Vele d'Epoca di Imperia 2016: le barche vincitrici degli orologi Panerai

Una competizione di classe, che ha visto scendere in acqua nomi molto importanti.

Sono stati gli yacht Moonbeam IV (Big Boat), Chinook (Yacht d’Epoca), Il Moro di Venezia I (Yacht Classici) e Kookaburra III (Spirit of Tradition) i vincitori degli orologi Panerai in palio alla diciannovesima edizione delle Vele d’Epoca di Imperia.

Le imbarcazioni partecipanti alla terza tappa in Mediterraneo del Panerai Classic Yachts Challenge hanno regatato lungo percorsi costieri e a triangolo, con ottime condizioni meteorologiche, venti fino a 15 nodi di intensità e giornate soleggiate.

Lo straordinario spettacolo offerto dalle 70 barche partecipanti ha attirato non solo migliaia di addetti ai lavori e appassionati ma anche un ospite speciale: il velista neozelandese Russell Coutts che da Tolone, dove si trovava per le World Series dell’America’s Cup, si è recato a Imperia per regatare su Eilean, lo yacht del 1936 di Officine Panerai. Coutts, medaglia d’oro alle Olimpiadi nel 1984 e per ben cinque volte campione in Coppa America, è uno dei miti viventi della vela internazionale.

A Imperia si è trovato per la prima volta al timone di uno scafo d’epoca in regata e ha condotto Eilean ad aggiudicarsi un secondo e due primi posti di categoria nelle tre regate a cui ha partecipato. Al suo polso, uno degli orologi Panerai più innovativi delle ultime collezioni del marchio fiorentino: il Luminor Submersible 1950 CarbotechTM 3 Days Automatic, con la cassa realizzata in uno speciale materiale a base di fibra di carbonio.

Ma lo spettacolo principale lo hanno ovviamente dato le barche e in particolare gli scafi vincitori nelle rispettive classi. Moonbeam IV, cutter aurico costruito nel 1914, anche vincitrice del premio per la barca più elegante, si è confrontata in regata con altre titolate Big Boat come Moonbeam of Fife del 1903 e Hallowe’en del 1926. Tutte le barche sono state costruite dal noto cantiere scozzese Fife.

Nell’anno del centenario dal varo prosegue la marcia vittoriosa del cutter aurico Chinook, uno dei quattro naviganti al mondo appartenente alla classe New York 40, che a Imperia ha conquistato un primo posto e due secondi piazzamenti di giornata tra le Epoca.

Con tre vittorie in altrettante regate Il Moro di Venezia I, storica imbarcazione italiana lunga 20,41 metri progettata dall’argentino German Frers, si è imposta tra gli Yachts Classici. Questo sloop bermudiano varato nel 1976, armato e condotto da Massimiliano Ferruzzi, ha già conquistato il prestigioso Panerai Classic Yachts Challenge nel 2013 e 2015.

Analoga serie di vittorie tra gli Spirit of Tradition per il 12 Metri Stazza Internazionale Kookaburra III del 1986, ex Defender australiano in occasione della 26esima edizione della Coppa America del 1987. Questa barca lunga 20 metri, costruita in alluminio, ha esordito lo scorso anno in occasione delle regate Panerai.

Via | Press Office

  • shares
  • Mail