Salone Nautico Genova 2017: lo yacht Azimut 60 Fly è Barca dell'Anno 2017

La nautica italiana è sempre al vertice. Lo conferma il prestigioso premio vinto da Azimut in Liguria con lo yacht 60 Fly, che pure a Cannes aveva brillato.

Fioccano i riconoscimenti per Azimut Yachts, che brilla anche al Salone Nautico Genova 2017, dove il gruppo incassa un prestigioso premio con lo yacht 60 Fly, scelto come migliore barca a motore dell'anno. L'ambito trofeo, assegnato dalla rivista Vela e Motore, premia gli sforzi degli autori del progetto e di chi lo ha tradotto in materia.

In particolare, l'Azimut 60 si è distinto per il carattere delle linee esterne e per il raffinato interior design di un megayacht, dimostrando ancora una volta di essere il vero trend setter del mercato. Le linee sportive e filanti, firmate da Stefano Righini, e il gradevole allestimento degli spazi coperti, disegnati da Achille Salvagni, hanno conquistato la giuria, composta da giornalisti di settore e architetti navali, che hanno premiato lo stile, l'eleganza e la raffinatezza della proposta, in sintonia con la perfetta funzionalità progettuale.

Questo yacht, molto confortevole per armatore ed ospiti, offre diverse soluzioni innovative a bordo, a partire dalle numerose aree lounge ed isole di privacy, uniche in barche di questo range. La dinette regala una visuale sul mare senza precedenti grazie al ribassamento laterale della falchetta e alla finestratura a tutta altezza speculare al design della cucina, dove al top e al cielino sono state date forme circolari in continuità con gli altri ambienti.

Sottocoperta l'Azimut 60 propone un layout a tre cabine e tre bagni. Con uno stile mutuato dall'home design, la cabina armatoriale posta a centro barca a tutta larghezza, si distingue per elementi stilistici fortemente caratterizzanti, pezzi unici sospesi, che proseguono il gioco di linee sinuose degli altri ambienti, pur mantenendo un elevatissimo livello di storage.

Il fly sempre più teso verso poppa regala una superficie estremamente ampia con ben tre aree distinte: la zona comando con sedute per pilota e copilota e prendisole a fianco, la dinette con mobile bar, ed un'ulteriore zona living a poppa per il massimo relax.

A prua si apre un'ulteriore isola di privacy in cui l'ampia zona prendisole diventa trasformabile in area lounge, grazie ai due grandi divani contrapposti. Anche questo aiuta a comprendere la bontà dell'opera, che aveva già raccolto consensi di peso a Cannes.

  • shares
  • Mail